Istigazione all’uso di droghe, indagato il trapper Sfera Ebbasta

Nei confronti del trapper i magistrati avrebbero aperto un fascicolo d’indagine dopo l’esposto presentato da due senatori sui tavoli di diverse procure 

Sfera Ebbasta

Il trapper Sfera Ebbasta sarebbe sotto indagine per istigazione all’uso di sostanze stupefacenti da parte della procura di Pescara. La notizia è stata pubblicata dal quotidiano Il Centro, secondo cui il fascicolo è stato aperto dopo un esposto arrivato sui tavoli della magistratura da due senatori di Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni. Proprio Malan aveva anticipato alcuni giorni fa l’intenzione di ricorrere a diverse procure: «Sto completando un esposto alle Procure della Repubblica delle città dove si è pubblicamente esibito il signor Gionata Boschetti, che per la sua attività commerciale si fa chiamare Sfera Ebbasta – aveva spiegato Malan- Chiedo che i magistrati verifichino se nei testi da lui proferiti pubblicamente si configuri, come a me pare, il reato di istigazione all’uso di droghe, previsto fin dal 1990 dall’articolo 82 del testo unico sulle sostanze psicotrope e stupefacenti, è punito con reclusione da uno a sei anni, pena aumentata se ci si rivolge a minori». Finora l’esposto sarebbe stato presentato in 18 procure venerdì scorso e, scrive il Centro: “Proprio per accertare queste circostanze - l'eventuale reato - la procura ha dato incarico di svolgere specifiche indagini alla polizia giudiziaria.“

«Nelle sue asserite canzoni, accanto a un atteggiamento di totale disprezzo nei confronti delle donne, descritte unicamente come un bene di consumo di cui approfittare, vi è un incessante esaltazione del consumo di droga e spesso della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe - aveva ancora detto Malan - Ciò è particolarmente grave data l’età di molti componenti del pubblico degli spettacoli del Boschetti. Le leggi vanno rispettate anche e soprattutto quando si sta sopra un palco, ascoltati da centinaia di giovani e giovanissimi». Lo stesso Sfera era atteso la notte tra il 7 e l’8 dicembre alla Lanterna Azzurra di Corinaldo dove persero la vita cinque ragazzi e una donna di 40 anni. 

Potrebbe interessarti

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • Malore fatale mentre torna a casa dal lavoro, muore accasciato sul volante

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

  • Lo sterzo si blocca, si schianta contro un'auto e si ribalta: un ferito

  • Taroccavano le auto per rivenderle a km zero, sgominata banda di truffatori

Torna su
AnconaToday è in caricamento