Muore a 67 anni, è un soggetto pericoloso: sequestrati agli eredi beni per 250mila euro

Per la prima volta nelle Marche la Guardia di Finanza ha applicato la nuova legge: il defunto si era arricchito grazie a vari reati, tra cui usura e riciclaggio di denaro

Foto di repertorio

Oltre 120mila euro e un terreno edificabile da 1100 mq, per un valore complessivo di 250mila euro: è quanto è stato sequestrato agli eredi di un fabrianese deceduto nel 2017 all’età di 67 anni. Mai fino ad ora nelle Marche era stato adottato un provvedimento di sequestro su beni nella disponibilità degli eredi di un soggetto ritenuto “socialmente pericoloso”.

Ad eseguirlo sono stati i finanzieri del Nucleo polizia economico-finanziaria di Ancona, diretti dalla Procura dorica. La misura di prevenzione è stata disposta dal tribunale di Ancona ai sensi della legge antimafia. I minuziosi accertamenti svolti dai militari del G.i.c.o. hanno evidenziato la pericolosità sociale del soggetto deceduto, autore di vari reati tra cui usura, riciclaggio e bancarotta fraudolenta, consumati tra il 2005 e il 2011 nel Fabrianese, che gli avrebbero consentito di arricchirsi indebitamente. E’ stata accertata anche la sperequazione tra il patrimonio accumulato e il reddito dichiarato, presupposti alla base della richiesta della misura di prevenzione di natura patrimoniale. 

Solo da pochi anni la legge consente di avanzare la richiesta di sequestro finalizzata alla confisca di beni nella disponibilità, diretta o indiretta, non soltanto del soggetto ritenuto socialmente pericoloso, ma anche del patrimonio nella disponibilità degli eredi. E’ la prima volta che nelle Marche trova applicazione questa innovativa misura, attuabile entro 5 anni dalla data del decesso del soggetto ritenuto “socialmente pericoloso”. In particolare, agli eredi del defunto sono state sequestrate somme di denaro per oltre 120mila euro e un terreno edificabile di 1.100 mq situato nel Fabrianese, per un valore stimato di 250.000 euro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale, gravissimo il bimbo di 5 anni: è in coma al Salesi

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Non c'è pace per il ristorante più chic della città: Il Passetto spegne di nuovo le luci

  • Terribile frontale, nuovo bollettino: «Il bambino è ancora in condizioni critiche»

  • Terribile schianto fra due auto, tre feriti: gravissimi una mamma e il suo bambino

  • Terribile frontale, nuovo bollettino medico: «Bambino in condizioni critiche»

Torna su
AnconaToday è in caricamento