Senigallia: in arrivo i fondi ministeriali e regionali per la manutenzione del Misa

Ammontano complessivamente a 8,9 milioni di euro le risorse che verranno investite da subito per la manutenzione del fiume Misa. Mangialardi: "Vigileremo attentamente sulla realizzazione degli interventi. Senigallia non sarà un'altra Genova"

Il sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi

SENIGALLIA - Ammontano complessivamente a 8,9 milioni di euro le risorse che verranno investite da subito per la manutenzione del fiume Misa. Lo prevede l'atto integrativo dell'Accordo di programma stipulato tra la Regione Marche e il ministero dell'Ambiente per avviare una nuova serie di interventi urgenti finalizzati alla mitigazione del rischio idrogeologico. Nel dettaglio, 4,5 milioni saranno destinati alla realizzazione delle vasche di espansione, 2 milioni al potenziamento degli argini e altri 2,4 milioni alla manutenzione degli argini e alla riprofilatura degli alvei. 

"Un risultato importante per Senigallia - spiega il sindaco Maurizio Mangialardi -  che premia il difficile e incessante lavoro dell'amministrazione comunale volto al reperimento delle risorse necessarie a mettere in sicurezza il fiume. Anche perché, senza finanziamenti certi, tutte le buone intenzioni restano tali. Dunque, un sincero ringraziamento al ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti per l'attenzione posta alle nostre richieste e l'impegno concreto a risolvere i problemi del territorio. E un grazie, ovviamente, anche all'assessore Paola Giorgi per l'importante contributo dato dalla Regione".

"Ora si passa alla parte operativa - aggiunge il sindaco - e il Comune vigilerà attentamente affinché Regione e Provincia, alle quali compete esclusivamente la realizzazione degli interventi, portino a termine i lavori entro il prossimo anno. Senigallia non sarà un'altra Genova". Nel frattempo, mentre sono partiti i lavori di manutenzione, pulizia e rimozione degli alberi dall'alveo del fiume appaltati dalla Provincia di Ancona, si è costituito in Regione il gruppo di lavoro interistituzionale fortemente voluto dal Comune di Senigallia per la predisposizione dell'Assetto di progetto del bacino idrografico del Misa.

"Il gruppo - conclude Mangialardi - a cui oltre Senigallia partecipano i Comuni di Corinaldo, Ostra, Ostra Vetere, Trecastelli e l'Autorità di Bacino, avrà il compito di individuare le problematiche dell'assetto idrogeologico del fiume e i conseguenti interventi strutturali, al netto delle risorse sopracitate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento