Operazione "No Tax", evadono oltre 4 milioni di euro: denunciati 5 imprenditori

Al termine delle indagini, dopo aver individuato il gestore delle ditte e i suoi prestanome, sono stati denunciati 5 imprenditori ed è stato eseguito un sequestro preventivo per 650.000 euro

Le Fiamme Gialle di Senigallia hanno appena concluso l’operazione “NO TAX”, che ha portato alla scoperta di un’evasione milionaria ad opera di ditte cinesi attive nel settore del confezionamento di capi di abbigliamento e facenti capo ad un unico soggetto.

L’indagine è stata avviata nello scorso mese di gennaio. l sistema evasivo messo in campo ricalca un modello ben noto ai finanzieri: l’impresa dopo circa due anni dalla sua costituzione termina la propria attività ed al suo posto subentra una nuova ditta individuale, appositamente costituita, proseguendo l’attività di quella precedente, utilizzando gli stessi locali e macchinari, collaborando con gli stessi clienti e fornitori, formalmente gestita da un soggetto che, in precedenza faceva parte della ditta cessata. I finanzieri, dopo aver ricostruito il giro d’affari attraverso elaborati controlli incrociati eseguiti presso vari clienti, hanno rilevato che l’imprenditore cinese, a fronte di fatture emesse per oltre 4 milioni di euro, non aveva mai assunto alcun dipendente, nè presentato alcuna dichiarazione ai fini fiscali.

Durante recente controllo in un laboratorio di Senigallia, sono stati individuati 8 cinesi, impiegati “in nero”, mentre cucivano pantaloni per conto di note griffe nazionali, documenti contabili e bancari nascosti sotto i materassi, oltre a numerose ricevute di gioco per importi molto elevati. Al termine delle indagini, dopo aver individuato il gestore delle ditte e i suoi prestanome, sono stati denunciati 5 imprenditori cinesi e, su disposizione della locale A.G. ed è stato eseguito un sequestro preventivo per 650.000 euro, oltre a conti correnti (fra cui uno interamente dedicato alle scommesse), crediti e macchinari utilizzati nell'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento