Materne, al via il nuovo progetto: aumentano i bambini con la mensa gratuita

Lo ha deciso la Giunta, su proposta dell’assessore ai servizi educativi Marisa Campanelli, disponendo che l’esonero avrà effetto immediato a valere dunque da quanto dovuto già dal mese di gennaio

JESI - I 52 mila euro che il Comune ha ottenuto dalla Regione Marche e dal Miur grazie ad un apposito progetto per la promozione del sistema integrato di educazione ed istruzione (0-6 anni) saranno destinati all’esonero del pagamento delle mense e del trasporto scolastico per tutti gli alunni della scuola dell’infanzia delle famiglie con reddito Isee di prima e seconda fascia. Lo ha deciso la Giunta, su proposta dell’assessore ai servizi educativi Marisa Campanelli, disponendo che l’esonero avrà effetto immediato a valere dunque da quanto dovuto già dal mese di gennaio. Agli aventi diritto è stata già inviata la relativa comunicazione, precisando che l’intervento è limitato al periodo gennaio-giugno.

Conti alla mano, a beneficiare del servizio mensa gratuito saranno 153 bambini, a fronte dei 35 che ne usufruivano da settembre, mentre altri 13 riceveranno senza oneri il trasporto scolastico (finora era “free” solo per 6 bambini). Fino ad oggi, infatti, tali servizi erano gratuiti solo per gli alunni di quelle famiglie con un reddito Isee fino a 2 mila euro. Ora, grazie alle ulteriori risorse messe in campo, la forbice dei beneficiari dell’esonero dal pagamento si allarga considerevolmente, ricomprendendo l’intera prima fascia Isee (da 0 a 6 mila euro) e la seconda fascia (fino a 12 mila euro). Non solo, le risorse - appositamente integrate con fondi propri del Comune - saranno sufficienti anche per  esonerare dal pagamento dell’asilo nido le famiglie dei bambini con reddito Isee di prima fascia  (da 0 a 4 mila euro) e seconda fascia (fino a 6.180 euro).

“Si tratta di una scelta politica forte - ha sottolineato l’assessore Campanelli - che va nella direzione di tutelare le fasce più deboli della popolazione, dando gratuità di servizi primari, anche se  temporaneamente, in linea con gli obiettivi del programma di mandato. È molto importante che i bambini possano accedere il più possibile, ad esempio, al servizio mensa, perché anche questo è un momento educativo significativo nella formazione scolastica. Per la prima volta, poi, riusciremo a garantire il servizio di nido gratuito a 17 bambini, per i quali non era prevista prima alcuna forma di esonero. Ed anche questa è una buona cosa, perché favorisce la frequenza ai servizi educativi fin dalla più tenera età permettendo al bambino di poter sviluppare validi momenti di socializzazione educativa”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Superata di almeno 5 volte la capienza massima, numeri choc alla Lanterna Azzurra

  • Cronaca

    Curava carie da anni, ma senza uno straccio di laurea: falso dentista nei guai

  • Cronaca

    Dà in escandescenza in ospedale, il tasso alcolemico è da record: denunciato

  • Cronaca

    «Signora, c'è un lavoro per lei» ma era un bluff. Nei guai un trio di truffatori

I più letti della settimana

  • La discoteca era un magazzino, documenti falsi per avere le licenze: indagata la Commissione

  • Dramma della solitudine: trovato senza vita in cucina, era morto da almeno 10 giorni

  • Precipita dal terrazzo, un volo di 3 metri: imprenditore ricoverato all'ospedale

  • Escherichia coli, divieto di consumo di cozze ad Ancona

  • Mangiare carne ad Ancona, la classifica dei migliori 5 steakhouse del 2019

  • Precipita dal balcone sotto gli occhi dei vicini, donna in gravissime condizioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento