Quella scritta oscena apparsa sul muro della città