Quella scritta oscena apparsa sul muro della città

C’è l’insulto, il disprezzo, la facile etichettatura, la stigmatizzazione e la mortificazione di un’intera categoria di uomini e donne che fanno il lavoro, non dello sbirro, del poliziotto. Tutto in una oscena scritta comparsa chissà quando e mai cancellata in via Colleverde, a due passi dalle scuole Maggini giusto per dare l’esempio, da parte di chi, magari si ritiene abbastanza ribelle da deturpare le mure di una città ma non abbastanza da metterci la faccia.