I lavoratori del porto incrociano le braccia, sciopero di 24 ore: pronto il sit-in

Lo sciopero è stato proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti

Il porto di Ancona

Domani, 23 maggio, sciopero di 24 ore dei lavoratori dei porti: nelle Marche, sono interessati circa 8000 dipendenti.  Lo sciopero è stato proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti per il mancato rinnovo del contratto di lavoro, per la mancanza di strategie nei confronti di un settore che sta subendo una destrutturazione dell’attuale sistema e per la totale assenza di una regia da parte del Ministero dei Trasporti. Tutto ciò genera una divisione all’interno dei porti che finiscono per essere alla mercé delle compagnie armatoriali che hanno acquistato gran parte dei terminal italiani.

In occasione dello sciopero, domani, dalle 9 alle 11, i lavoratori dei porti marchigiani effettueranno un sit-in ad Ancona, davanti alla sede dell’Autorità portuale (presso il Molo da Chio).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Stroncato da un infarto sul traghetto per la Grecia: camionista muore a 57 anni

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Va in overdose dietro la chiesa

Torna su
AnconaToday è in caricamento