I lavoratori del porto incrociano le braccia, sciopero di 24 ore: pronto il sit-in

Lo sciopero è stato proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti

Il porto di Ancona

Domani, 23 maggio, sciopero di 24 ore dei lavoratori dei porti: nelle Marche, sono interessati circa 8000 dipendenti.  Lo sciopero è stato proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti per il mancato rinnovo del contratto di lavoro, per la mancanza di strategie nei confronti di un settore che sta subendo una destrutturazione dell’attuale sistema e per la totale assenza di una regia da parte del Ministero dei Trasporti. Tutto ciò genera una divisione all’interno dei porti che finiscono per essere alla mercé delle compagnie armatoriali che hanno acquistato gran parte dei terminal italiani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In occasione dello sciopero, domani, dalle 9 alle 11, i lavoratori dei porti marchigiani effettueranno un sit-in ad Ancona, davanti alla sede dell’Autorità portuale (presso il Molo da Chio).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

  • «Aiuto, lasciami, non mi toccare», le ultime parole di Fiorella prima del colpo mortale

Torna su
AnconaToday è in caricamento