Castelfidardo: condanna a 4 mesi per una fetta di prosciutto

Era stato sorpreso a mangiare una fetta di prosciutto di Parma tra le corsie dell'Ipersimply dell'Acquaviva. La pena è stata sospesa ma dovrà pagare una multa di 60 euro e le spese processuali

Era stato sorpreso a mangiare una fetta di prosciutto di Parma tra le corsie dell’Ipersimply dell’Acquaviva a Castelfidardo, ma in tasca aveva anche alcune confezioni di integratore alimentare in pasticche per un valore di 10 euro. Il giudice l’ha condannato a quattro mesi di reclusione e a una multa di 60 euro (pena sospesa), nonché al pagamento delle spese processuali.

A riportare la curiosa vicenda è il Messaggero: l’uomo, A. F., un quarantacinquenne, era stato cacciato dal supermercato una volta scoperto con le mani nella marmellata (anzi, nel prosciutto), ma all’uscita era stato bloccato e scoperto con gli integratori taccheggiati in tasca. Ora dovrà pagare un conto ben più alto.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Scarponi, oggi la camera ardente e domani i funerali: attese diverse migliaia di persone

    • Cronaca

      Inaugura il supermercato Conad, 50 nuovi assunti: giovedì il taglio del nastro

    • Cronaca

      Baldini, Paglia (SI) incontra i lavoratori in protesta: «Fare subito un nuovo collaudo»

    • Cronaca

      Sindacati, William Berrè riconfermato al vertice della Fns Cisl Marche

    I più letti della settimana

    • Bazar della droga in casa, «ti manca solo l'ecstasy» e lui «se cercate meglio la trovate»

    • Incidente stradale, schianto fra due auto: un morto e un'anziana grave

    • Il saluto al cugino durante l'allenamento, poi gli ultimi cento metri di Michele Scarponi

    • Allarme bomba, evacuato parcheggio: in arrivo gli artificieri

    • In fila per Michele Scarponi, il padre: «Era un campione ma noi abbiamo perso un figlio»

    • Meningite, ricoverata una donna di 66 anni: scatta la profilassi

    Torna su
    AnconaToday è in caricamento