Palombare: rissa nella serata anti-omofobia, due denunce

Rissa al Level nella serata anti-omofobia: una ragazza è stata importunata da due giovani, con apprezzamenti e palpeggiamenti, e sono volate le botte. I gestori sono immediatamente intervenuti

Rissa al Level nella serata anti-omofobia: una ragazza è stata importunata da due giovani, con apprezzamenti e palpeggiamenti, e sono volate le botte. A riportare la notizia è il Messaggero.

Tutto è cominciato attorno alle 3 del mattino nel noto disco pub delle Palombare, nel quale si stava svolgendo una serata dedicata alla libera manifestazione sessuale contro le derive dell’omofobia. Una giovane di 21 anni era seduta al bancone assieme ad un suo amico di nazionalità senegalese, quando un gruppetto di ragazzi stranieri le si è fatto incontro, cominciando ad esprime pesanti apprezzamenti sul suo abbigliamento (indossava un paio di pantaloncini corti e stivali). La ragazza ha respinto le sgraziate avances e ha cercato di proseguire la serata, ma i giovani si sono fatti anche più molesti e hanno cominciato a palpeggiarla e la situazione è inevitabilmente degenerata: l’amico è intervenuto per difenderla e sono cominciati a volare i pugni.

I responsabili del locale sono immediatamente intervenuti per separare le persone coinvolte nella rissa e hanno subito contattato le forze dell’ordine, che sono riuscite a fermare ed identificare due dei molestatori più scalmanati, un tunisino di 28 anni e un peruviano di 23 anni, che sono stati denunciato per lesioni gravi e atti di libidine violenta.
I gestori hanno specificato come, con ogni probabilità, tutti i giovani coinvolti nell’episodio non erano arrivati al locale per partecipare alla serata tematica, e come sia impossibile per chi detiene un esercizio pubblico, nonostante gli sforzi che ogni organizzatore responsabile mette in campo, tenere lontano in tutti i casi i soggetti molesti, e che servirebbero pene più severe.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento