Real Rimini-Ancona: scontri tra tifosi anconetani e polizia

Il caos esplode a causa di uno striscione non autorizzato, la polizia carica gli ultras dorici fuori e dentro lo stadio. Due poliziotti e sei tifosi rimangono feriti

Lo stadio Romero Neri

Domenica di scontro tra i tifosi biancorossi in trasferta a Rimini e le forze dell’ordine, davanti e dentro lo stadio Romero Neri. I supporter dorici erano là per assistere alla partita Real Rimini-Ancona del campionato di serie D.
Tutto è cominciato quando i tifosi marchigiani hanno cercato di entrare nello stadio con uno striscione non autorizzato, in cui campeggiava la scritta “Diffidati sempre con noi”, e da lì è nata la tensione.

IL VIDEO DEGLI SCONTRI

Gli ultras hanno divelto e lanciato i seggiolini in campo, e c’è stata una carica di alleggerimento della polizia.
La partita è iniziata in ritardo di dieci minuti per l’impossibilità di riportare la calma sugli spalti, ma lo scontro è proseguito e le cariche si sono ripetute altre due volte prima di riuscire a normalizzare la situazione. Bilancio della domenica di tafferuglio: sei tifosi dell’Ancona e due poliziotti feriti, tutti in maniera non grave.
 

 

Potrebbe interessarti

  • «Sai come se dice in Ancona?» I proverbi top del capoluogo marchigiano

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • In porto c'è l'Andrea Doria, il caccia della Marina aperto al pubblico per le visite a bordo

  • La vacanza finisce in tragedia: giovane papà muore schiacciato da un quad

  • Chiedevano 70 euro a prestazione, scoperta la casa squillo sulla Flaminia

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

Torna su
AnconaToday è in caricamento