Il "dolcetto o scherzetto" diventa "spicci o schiaffi" a ragazzini, paura in centro

Halloween amaro per un gruppetto di minori che si è visto accerchiare da altri giovanissimi che chiedevano denaro. Al rifiuto la situazione è degenerata

(foto generica)

Uno schiaffo e la minaccia di una bottiglia per l'elemosina non concessa. E' successo mercoledì sera in centro a Senigallia, nei pressi di piazza Roma. Vittime un gruppo di minorenni in giro per la festa di Halloween. I ragazzini sono stati avvicinati da due ragazzi e una ragazza che hanno chiesto loro qualche soldo. Una richiesta che è diventata pressante e che, nonostante la risposta negativa, è andata avanti fino a diventare una vera e propria aggressione.

Secondo il racconto fatto dalle vittime, uno dei questuanti avrebbe mostrato loro una bottiglia di vetro minacciando i presenti e poi colpendo con uno schiaffo il ragazzino che gli si trovava davanti. Violenza che ha fatto subito scattare la colletta. Vuotate le tasche, il gruppo ha raccolto quanto poteva per accontentare il trio che poi si è dileguato per le vie del centro. Subito è stata formulata la denuncia con un'accurata descrizione degli autori. 

Potrebbe interessarti

  • Detenzione di armi, obblighi e scadenze della nuova legge: cosa si deve fare

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

  • La nave extralusso con vista sugli abissi: “Le Bougainville” attesa in porto

  • Francesco Facchinetti in riviera con "La vacanza perfetta": quando e come vedere la sfida in tv

I più letti della settimana

  • Incidente in bici e fuga dall'ospedale, Sergio camminava in strada quando è stato travolto

  • Spranga di ferro in faccia, una frustata micidiale: operaio in prognosi riservata

  • Tragedia in vacanza, bambina muore ad appena sei mesi

  • Trovato un cadavere sul ciglio della strada, ipotesi investimento

  • La moglie non lo vede rientrare, marito trovato morto a casa di un amico

  • La gita al lago finisce in tragedia, moto contro camion: Luca è morto sul colpo

Torna su
AnconaToday è in caricamento