Precipitato all'Auchan, il 12enne in prognosi riservata. Sott'esame il tutore e la sicurezza

Il ragazzino volato dal tetto è grave ma non in pericolo di vita. La procura farà luce sul comportamento dell'educatore e sulle barriere dell'area interdetta al pubblico

La drammatica scena all'Auchan

Resta in prognosi riservata il ragazzino di 12 anni precipitato ieri dal tetto dell’Auchan. E’ ricoverato presso la Rianimazione Pediatrica del Salesi, ma non è in pericolo di vita, per fortuna, anche se lo spaventoso incidente che l’ha visto protagonista e i traumi subiti impongono ai medici di non sciogliere la prognosi. Per ridurre le fratture riportate agli arti verrà sottoposto domani a un intervento chirurgico. «Nelle prossime ore sono previsti ulteriori accertamenti strumentali» spiegava il bollettino diramato dal dottor Roberto Girotti alle ore 13. 

Intanto, la polizia che ha condotto le indagini questa mattina ha trasmesso gli atti alla procura, che potrebbe aprire un fascicolo per lesioni colpose per far luce su due aspetti: in primis, sul comportamento dell’educatore 29enne di una comunità falconarese a cui il 12enne e altri tre minorenni erano stati affidati dalle famiglie. Bisognerà valutare sue eventuali responsabilità nel momento in cui, parcheggiata l’auto sul parcheggio scoperto del centro commerciale, l’adolescente è sceso, si è allontanato e ha scavalcato le barriere di protezione dell’area tecnica non accessibile al pubblico, dove si trovano le caldaie, per poi sprofondare di sotto, con uno spaventoso volo di quasi 9 metri, dopo essere salito su una botola in plexiglas.

In secondo luogo, gli inquirenti potrebbero indagare sul rispetto delle normative di sicurezza dell’area in cui il ragazzino è entrato senza autorizzazione: è adeguatamente protetta da transenne metalliche? Sono abbastanza alte? Tutti i cancelli erano opportunamente sbarrati? Secondo una prima ricostruzione delle Volanti e della Scientifica, infatti, un cancello era chiuso, ma senza lucchetto, anche se il responsabile della sicurezza del centro commerciale sostiene di averlo tolto lui nel momento in cui è salito sul tetto per verificare cosa fosse successo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento