Quartiere Adriatico, giravano osservando le case: fermata sospetta coppia di ladri

Nel mirino della Polizia anche due uomini considerati pericolosi: il primo é un 28enne con numerosi precedenti penali per spaccio e reati contro il patrimonio, il secondo ha 26 anni condannato a 8 mesi

La Polizia durante i controlli del territorio

Fermati due sospetti ladri di appartamento nel quartiere Adriatico. E’ quanto accaduto ieri nel corso di una serie di operazioni di controllo da parte delle Squadre Volanti della Polizia. Si tratta di un uomo ed una donna di 34 e 29 anni di origini croate, che si aggiravano con fare sospetto a bordo di un'utilitaria nel quartiere Adriatico di Ancona mentre osservavano alcune palazzine ed i movimenti dei loro abitanti. Nel giro di poco tempo i poliziotti hanno fermato la coppia in via Montegrappa procedendo alla loro identificazione, dalla quale scaturiva come i due  avessero numerosi precedenti penali anche per furto in abitazione. Per tale motivo i due venivano muniti di foglio di via obbligatorio ed allontanati dal Comune di Ancona. 

Nel tardo pomeriggio invece un altro equipaggio delle Volanti ha effettuato una scansione informatica delle targhe delle autovetture parcheggiate in via Fano attraverso i dispositivi tablet in dotazione, scoprendo una Ford Fiesta segnalata come rubata il 13 agosto scorso a Marzocca, nelle vicinanze di una discoteca. Sul posto è intervenuta una squadra della Polizia Scientifica per i rilievi tecnici finalizzati alla ricerca delle impronte lasciate dai ladri. Nel mirino della Polizia anche due stranieri considerati pericolosi. Il primo è un tunisino di 28 anni, con numerosi precedenti penali per spaccio di sostanze stupefacenti e reati contro il patrimonio commessi anche ad Ancona. Il Nordafricano è stato espulso dal territorio italiano con accompagnamento alla frontiera, dopo esser stato rintracciato in un appartamento di via Flaminia. Dopo la convalida, il tunisino è stato accompagnato all'aeroporto di Roma Fiumicino da Agenti dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Ancona e accompagnato fino a Tunisi. Stessa sorte è capitata ad un albanese di 26 anni, arrestato da Agenti del Comm.to di Osimo, che ieri mattina è stato condannato ad 8 mesi di reclusione ed espulso dall'Italia con accompagnamento fino a Tirana.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si annoda una corda al collo e si lascia andare: vigile del fuoco trovato morto in casa

  • Pizzeria a fuoco in piena notte, giallo sulle cause: chiusura forzata e danni ingenti

  • Nuovo caso di Dengue in città, scatta l'allerta: «Finestre chiuse e animali in casa»

  • E' morto Renzo Castellani: era il compagno della consigliera 5 Stelle Romina Pergolesi

  • Apre la nuova scuola di danza, Andreas e Veronica insegnanti d’eccezione

  • La mamma ritrova il suo portafoglio, dentro c'erano i documenti del figlio ricoverato al Salesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento