«Sanità pubblica al collasso» scatta la protesta negli ospedali

Medici e dirigenti sanitari in agitazione. Sono previste assemblee sindacali in sette strutture marchigiane per fare il punto della situazione 

Sette ospedali marchigiani per sette assemblee sindacali di Anaao Assomed Marche che annunciao lo stato di agitazione relativo al rinnovo del contratto, la carenza di organico, la precarietà, la problematica della ristrettezza delle risorse in sanità. Nella nostra provincia le riunioni si terranno all'ospedale regionale di Torrette, all'Inrca e al Murri di Jesi. Assemblee anche negli ospedali di Fano, Urbino, Macerata e Fermo. Gli oltre 600 medici e dirigenti sanitari iscritti, dopo il sit-in della scorsa settimana di fronte a Montecitorio, si ritroveranno lunedì 29 ottobre dalle 12 alle 14, per fare il punto sulla situazione.

«Il disinteresse di tutte le forze politiche, nessuna esclusa, è imbarazzante – ha detto il segretario regionale Oriano Mercante – e queste assemblee saranno utili per fare il punto con tutti i colleghi in vista dello sciopero nazionale già proclamato per venerdì 9 novembre. Non ci battiamo per avere o mantenere dei privilegi ma il sistema sanitario già pesantemente penalizzato e sottofinanziato si regge solo grazie al senso di responsabilità ed allo spirito di servizio di medici e dirigenti sanitari che già lavorano ben più delle ore che sarebbero dovute e senza un rinnovo di contratto atteso da 10 anni. Ormai è chiaro che c’è un preciso disegno per favorire il servizio privato nonostante sia chiaro a tutti che i pazienti ed i cittadini ne saranno penalizzati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiuso nel balcone mentre la compagna fa sesso, è lui ad essere denunciato

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • Va al Salesi per partorire ma la bimba muore: aperta un'inchiesta

  • Accosta la macchina e perde i sensi, soccorsi inutili: morto un automobilista

  • Chiedono sigaretta e moneta, poi scatta l’aggressione: tre studenti in manette

Torna su
AnconaToday è in caricamento