Porto, iniziano martedì i lavori di demolizione dei 34 silos

L’avvio della demolizione meccanica potrebbe subire uno spostamento temporale nel caso di diverse esigenze del cantiere

I Silos

Inizierà domani la demolizione meccanica dei silos che si trovano nell’area demaniale in concessione a Silos Granari della Sicilia srl. L’avvio della demolizione meccanica potrebbe subire uno spostamento temporale nel caso di diverse esigenze del cantiere. Nei giorni scorsi, nel cantiere sono state realizzate le operazioni di preparazione alla demolizione.

I lavori per l’abbattimento dei 34 silos in concessione a Silos Granari, come indicato nell’ordinanza dell’Autorità di sistema portuale dello scorso 19 marzo, sono previsti fino al 20 giugno 2019. Il cronoprogramma potrebbe subire delle variazioni a seconda delle esigenze del cantiere. Se le attività di demolizione non dovessero essere completate entro questa data, dovranno essere sospese nel periodo estivo, quello a massimo flusso di traffico traghetti nello scalo, per poter riprendere dal 9 settembre 2019.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La discoteca era un magazzino, documenti falsi per avere le licenze: indagata la Commissione

  • Cronaca

    Evade per rubare in enoteca: quinto colpo in 3 mesi, ladro seriale in manette

  • Cronaca

    Ladri acrobati svaligiano l'appartamento, risveglio amaro per i proprietari

  • Cronaca

    Allevamenti bio e agricoltura biologica, Fileni guarda oltre: in arrivo i nuovi stabilimenti

I più letti della settimana

  • Mangiare pesce ad Ancona, i migliori 10 ristoranti del 2019: la classifica

  • Stroncata da una malattia, muore a 19 anni

  • Dramma della solitudine: trovato senza vita in cucina, era morto da almeno 10 giorni

  • Precipita dal terrazzo, un volo di 3 metri: imprenditore ricoverato all'ospedale

  • Mangiare carne ad Ancona, la classifica dei migliori 5 steakhouse del 2019

  • Precipita dal balcone sotto gli occhi dei vicini, donna in gravissime condizioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento