Turni serali della Polizia locale durante manifestazioni a rischio, l'Ugl: «Disposizione illogica»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Continuano i turni serali disposti dal comando della Polizia Locale di Ancona in orario 19/01 per manifestazioni ad alto rischio come i concerti, dove i recenti fatti internazionali di cronaca, dimostrano che gli stessi fanno parte di obiettivi sensibili, essendo eventi normati dall' ultimo emendamento sicurezza riguardante anche la Safety e Security per le manifestazioni aperte al pubblico. L'illogicita' di questa disposizione, è contravvenire a quanto disposto dalla legge n.145 del 1987 che prevede che il servizio notturno con orario 22/06 venga effettuato armato e che, oltre al rispetto delle normative, dovrebbe prevalere nella gestione di un comando, capoluogo di regione, il buon senso senza mettere a rischio la vita degli operatori di Polizia Locale. 
Ricordiamo che il comando dorico rimane l' unico capoluogo di regione ed uno dei pochi in Italia ad essere disarmato, nonostante i compiti, anche rischiosi, continuino ad aumentare e con essi lo scenario sociale entro cui la figura della PL e' sempre piu presente ed importante (vedi il nuovo presidio al Piano e con esso il servizio di Polizia di Prossimità) .Come si fa a fare sicurezza se  chi la deve dare non lavora in sicurezza? Mandare allo sbaraglio uomini e donne in divisa, a "mani nude", armati solo di buona volontà e parole, oppure le pattuglie mono operatore (costituita da una sola persona) e' una scelta di una politica di cui l'Ugl contesta la forma ed il contenuto. Le aggressioni subite negli ultimi mesi dagli operatori di PL sono la prova di una gestione operativa scellerata ma non abbassiamo la guardia anzi, abbiamo denunciato agli organi competenti (Asur Marche prevenzione sui posti di lavoro) di cui aspettiamo fiduciosi l'addebito di responsabilità penali ma soprattutto non permetteremo piu che nessuna vita umana venga esposta a rischi inutili.

Torna su
AnconaToday è in caricamento