Schiamazzi, liti e violenze: Polizia e Carabinieri chiudono altri 2 bar

La decisione del numero 1 della Polizia di stato anconetana è arrivata dopo una richiesta formale inoltrata alla Questura da parte dei carabinieri

Carabinieri e polizia chiudono bar a falconara

Non saranno un caso isolato i due market e phone center chiusi 10 giorni fa ad Ancona, dopo un provvedimento di sospensione di licenza firmato dal Questore Claudio Cracovia che, oggi, ha firmato lo stesso documento per altri due locali, questa volta nel comune di Falconara, dove sono calate le saracinesche di 2 fast food kebab davanti alla stazione ferroviaria. La decisione del numero 1 della Polizia di stato anconetana è arrivata dopo una richiesta formale inoltrata alla Questura da parte dei carabinieri della tenenza di Falconara Marittima. Per entrambi i locali una sospensione dell’attività di 15 giorni. 

Le motivazioni e gli episodi ricostruiti dai carabinieri 

Sono stati dunque i militari falconaresi, guidati dal comandante Michele Ognissanti, a redigere un dettagliato e motivato rapporto in cui si ripercorrono gli ultimi mesi di attività di entrambi gli esercizi, sostenendo come vi sia “pericolo per la sicurezza e l’incolumità pubblica”. I motivi? Stando al rapporto dell’Arma, tra gli ultimi episodi che avevano destato maggiore paura tra i residenti, quello del 5 febbraio 2019, quando un siciliano (tuttora nel carcere di Ancona Montacuto per scontare una pena di 7 anni), aveva tirato fuori un coltello dalla tasca, minacciando di morte un romeno. Poi il 5 marzo scorso, quando in uno dei locali era stata trovata una romena che, per motivi legati a fatti violenti, era stata allontanata dall’Italia per 5 anni. E poi il 13 marzo scorso, quando era esplosa una furiosa lite tra nordafricani che si sono picchiati per futili motivi.

I precedenti

E non è la prima volta che un provvedimento simile colpisce un esercizio di Falconara. Infatti già nell'agosto scorso, a finire nel mirino dei militari era stata una pizzeria in via Fratelli Bandiera, la quale si era vista imporre la chiusura per 15 giorni dopo essere stata già raggiunta una prima volta dall’ordine di sospensione per motivi igienico-sanitari, sempre con provvedimento di 15 giorni emesso dall’ASUR Area Vasta 2, dopo un blitz dei carabinieri del NAS di Ancona. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Stroncato da un infarto sul traghetto per la Grecia: camionista muore a 57 anni

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Va in overdose dietro la chiesa

Torna su
AnconaToday è in caricamento