Le patenti inglesi erano false: denunciati due fratelli

Fermati a una settimana di distanza, dopo i controlli è emerso che avevano commesso lo stesso reato. Le auto sono state loro sequestrate

Foto d'archivio

Fratelli di sangue ma anche di contraffazione: entrambi con patenti false, fermati a una settimana di distanza. Due fratelli di 30 e 40 anni, di nazionalità bengalese, sono stati fermati dalla sezione giudiziaria della polizia locale in due rispettive occasioni ma entrambi hanno commesso lo stesso reato: erano alla guida di un'auto con patenti false. Il primo è stato controllato nei pressi di piazza Roma. Quando ha esibito la sua patente, inglese, gli agenti hanno capito che c'era qualcosa che non andava.

Da un più approfondito controllo è emerso che il documento era un falso. L'uomo è stato denunciato e il mezzo gli è stato sequestrato. Questo, la settimana scorsa. Ieri, quasi fosse un déjà vu, gli agenti hanno fermato l'altro bengalese. Sorpresi dal fatto che fosse il fratello della persona fermata la settimana prima, altrettanto increduli quando si sono resi conto che aveva commesso lo stesso identico reato. Anche per lui, denuncia e sequestro del veicolo. 

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

  • Carambola da paura nella notte: 7 i coinvolti, due feriti gravi

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

  • Violento frontale al Vallone, donna gravissima: automobilista ubriaco fugge per campi

Torna su
AnconaToday è in caricamento