Lotta ai parcheggiatori abusivi: cinque identificati, per due di loro scatta la maxi multa

I carabinieri hanno elevato una contravvenzione da 1.542 euro per un paio di giovani che esercitavano l'attività abusiva vicino ad un supermercato

Foto d'archivio

Continua la lotta ai parcheggiatori abusivi a Senigallia. I carabinieri nella mattinata di ieri hanno identificato 5 cittadini stranieri, radunati nei pressi del parcheggio dell’IperSimply, accanto alla stazione ferroviaria, intenti a indicare agli automobilisti i parcheggi liberi. Immediato l’intervento dei militari, che hanno controllato i 5 uomini, tutti nigeriani e in regola col permesso di soggiorno. Due di loro, residenti a Falconara, sono stati pesantemente multati per l’attività illecita che stavano svolgendo: nei loro confronti è scattata una contravvenzione da 1.542 euro

Sul fenomeno dei parcheggiatori abusivi, particolarmente fastidioso per i cittadini, il Comando provinciale dei Carabinieri di Ancona ha esteso da tempo mirati controlli su tutto il territorio. Particolare attenzione viene posta sull’analisi delle modalità con cui si pretende il denaro, dal momento che in certi casi si può configurare il reato di estorsione se la richiesta avviene con minacce o con la truffa, nell’ipotesi in cui venga rilasciata una ricevuta. Proprio per questo motivo continueranno anche nei prossimi giorni i controlli nel centro storico di Senigallia.

Nella tarda serata di ieri i carabinieri sono anche intervenuti a Marina di Montemarciano, presso un bar, dove era stata segnalata la presenza di una donna che, evidentemente ubriaca, disturbava i clienti. La 55enne di origini marocchine, residente ad Arcevia, già conosciuta, è stata multata per la terza volta per il suo stato di ubriachezza in luoghi pubblici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale è lontano, ma non troppo: i consigli per decorare l'appartamento con stile

  • Trova la madre morta in bagno, arriva la polizia: tragedia in un appartamento

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Corruzione, Caglioti sospeso per aver rispettato segreto su indagini: «E' dittatura»

  • Chiede l'elemosina al market, mostra i documenti ma è troppo tardi: denunciato

Torna su
AnconaToday è in caricamento