Sirolo, la corsa più colorata d'Italia: più di 1.500 persone per la Paint My Run

Percorso modificato rispetto allo scorso anno. La corsa è passata in mezzo al parco del Conero e godere dei panorami per cui Sirolo è conosciuta anche al di fuori delle Marche

L'avvio della Paint My Run 2016 - Credit Marcello Cosentino

C’è una canzone che recita come “non ci sia segreto per vivere a colori”. Al di là della metafora, vivere a colori lo hanno fatto sicuramente, almeno per una giornata, tutti coloro che domenica hanno partecipato alla Paint My Run di Sirolo: la corsa non competitiva di circa 5 chilometri durante la quale i partecipanti diventano bersaglio di un lacio di polveri colorate. Sono partiti (per poi anche ritornare) all’arena naturale del Teatro le Cave di Sirolo, per poi attraversare le campagne e il centro storico di Sirolo. Un percorso modificato rispetto la scorsa edizione, così da poter correre in mezzo al parco del Conero e godere dei panorami per cui Sirolo è conosciuta anche al di fuori delle Marche. Ma alla fine lo spettacolo è quello dei colori. Di chi, da atleta si trasforma in una tavolozza vivente. E per far sì che la corsa non perdesse mai di tono, quasi tutti erano muniti di maglietta bianca e ottenere così un effetto multicolor e arrivare al traguardo quanto più colorati possibile.

Alla fine l’evento più colorato dell’anno, tornato con i Mas Flow che hanno accompagnato la corsa e il dopo gara, ha richiamato circa 1.500 persone di ogni età. In una giornata in cui tutti i corridori, per un po’, sono tornati bambini, assaporando la genuinità di un divertimento senza freni. Risate e sorrisi che hanno fatto da sfondo ad un turbinio di colori capaci di eccitare il serpentone colorato. Tanto che qualcuno di loro, sull’evento Facebook della Paint My Run 2016, ha già chiesto: “Va bene. Quando la rifacciamo?”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento