Uccise il figlio, disposta la perizia psichiatrica

Besart Imeri sarà ascoltato da un consulente scelto dal gup Francesca Di Palma nell'ambito del processo che vede il l'uomo accusato di omicidio volontario aggravato

Uno psichiatra nominato dal gup per stabilire se Besart Imeri, l'uomo arrestato lo scorso gennaio per la morte del figlio Hamid di appena 5 anni, era in grado di intendere e di volere. L'incarico è stato affidato dal gup Francesca Di Palma alla psichiatra Francesca Bozzi. Il pm Valentina Bavai aveva chiesto, al termine delle indagini, il giudizio immediato per il macedone, attualmente rinchiuso nel carcere di Montacuto.

Lo scorso aprile erano state depositate alcune perizie: sul cellulare di Imeri e l'autopsia sul corpo del bambino. Secondo la ricostruzione dell'accusa l'uomo era a bordo dell'auto, parcheggiata davanti all'abitazione degli Imeri, con il figlio. Il macedone ha raccontato, durante il primo interrogatorio di essere stato spinto da una forza innaturale ad uccidere il figlio tappandogli naso e bocca con le mani, facendolo soffocare. Poi si era acceso una sigaretta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento