Un murales alto 24 metri per riqualificare il quartiere

Il sindaco Stefania Signorini: «promuoveremo questa forma di riqualificazione in altri quartieri cittadini»

La street art diventa strumento di riqualificazione urbana, grazie alla sinergia tra Comune di Falconara, imprese di costruzioni e artisti. Una riqualificazione che partirà dal palazzo al civico 22 di via Bixio: l’artista Giacomo Bufarini, in arte Run, realizzerà un murales alto 24 metri e largo sei nell’ambito dei lavori di ristrutturazione del grande condominio sopra la galleria commerciale. Il progetto sarà illustrato domani, giovedì 4 ottobre, durante una presentazione organizzata per le 18,30 nella Sala del Mercato Coperto di via Bixio: lo stesso Run, originario di Falconara ma da tempo residente a Londra, offrirà un’anteprima dell’opera e spiegherà la filosofia alla base di questo progetto di riqualificazione. L’iniziativa è privata e nasce dal sodalizio tra l’impresa edile 3T Costruzioni e l’artista falconarese, apprezzato in tutto il mondo, ma il concetto di riqualificare gli edifici cittadini con grandi murales è condiviso dall’amministrazione comunale, che intende avviare progetti simili in alcuni quartieri cittadini.

E’ stata proprio il sindaco Stefania Signorini a mettere in contatto Giacomo Bufarini con l’azienda di costruzioni. «Conosco Run da tempo – spiega il sindaco – e ho sempre apprezzato la sua arte e la sua creatività. Ho pensato a un progetto che riqualifichi Falconara anche dal punto di vista artistico e l’ho chiamato per un progetto che mi era stato comunicato dal privato, anche nella prospettiva di proporgli altre iniziative volte ad abbellire gli edifici della nostra città. Già in passato la nostra amministrazione ha dato spazio alla street art: era il 2008, primo anno di amministrazione della Giunta Brandoni, quando come assessore alla Cultura avevo avviato un progetto con l’artista Mattia Chiappa per migliorare alcune zone cittadine con le sue opere». Nei prossimi giorni Run, ‘a bordo’ del cestello di una grande gru che gli permetterà di arrivare fino al sesto piano, si metterà al lavoro offrendo ai falconaresi uno spettacolo nello spettacolo, quello della realizzazione del murales, prima ancora del murales stesso. L’opera che sarà riprodotta sulla fiancata del palazzo e sarà visibile soprattutto da via Trieste si chiama ‘Oltremare’.

«E’ un’opera pubblica – spiega lo stesso Giacomo Bufarini – che si estenderà su una parete in via Nino Bixio e sarà visibile a tutti. L’arte pubblica come il murales è un dono per la città. Tutti ne possono usufruire e tutti i cittadini hanno il diritto di sentirsela propria. La città ha una nuova cosa da far vedere. La coppia che sovrasta la strada – aggiunge l’artista anticipando il soggetto del murales – è colta in un momento intimo, romantico e sognante quando tra l’azzurro dell’atmosfera si intravvede qualcosa da lontano. Qualcosa che promette luce e speranza». «Il ‘Nodo 22’, nome dato alla palazzina, nasce dalla volontà di proporre ai cittadini qualcosa di nuovo ed economicamente sostenibile – spiegano dall’azienda 3T di Monte San Vito –. L’idea di progetto parte dal presupposto di riqualificare un tassello del centro urbano che oltre alla ristrutturazione degli spazi avrebbe dato l’opportunità di creare una forte identità all’immobile sia tecnica sia artistica. Un progetto che richiami le famiglie a riscoprire le dinamiche del centro e la piacevolezza dell’abitare in un posto ricco di servizi e che non è solo un intervento per garantire la conservazione dell’immobile, ma un vero e proprio processo di rigenerazione urbana. Grazie all’opportunità di intervenire proprio al centro di Falconara e alla disponibilità dell’amministrazione si è creata una sinergia di competenze che ci ha messo in contatto con l’artista di fama internazionale Giacomo Bufarini di origine falconarese che grazie alla sua creatività ha portato alla luce, su una facciata dell’immobile, parte di questa identità attraverso la street art». Le opere di Run possono essere ammirate soprattutto a Londra, ma sono conosciute dal Senegal alla Cina, fino a Los Angeles.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento