Trovato morto in casa dalla madre, il cane lo vegliava: pescatore stroncato da un malore

Secondo i primi accertamenti della polizia e del medico legale, il 46enne di via Togliatti sarebbe deceduto da oltre 24 ore per cause naturali: disposti gli accertamenti autoptici

E’ morto probabilmente per un’emorragia interna dovuta alle patologie di cui soffriva, Guido Luciani, il pescatore 46enne trovato senza vita dalla madre, questa mattina, in via Togliatti. La donna era andata a casa sua per fare le pulizie. Quando ha aperto la porta, ha assistito al macabro scenario: il corpo del figlio era riverso sul pavimento del salotto, in un lago di sangue, vegliato dal cagnolino che abbaiava disperato. Subito ha chiamato i soccorsi, ma l’equipaggio del 118 non ha potuto far altro che constatare la morte, avvenuta, secondo i primi rilievi del medico legale di Torrette, almeno 24 ore prima o forse di più. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C’era sangue ovunque in casa, per questo in via Togliatti sono piombati i poliziotti delle Volanti e poi della Squadra Mobile. L’ipotesi di un omicidio è stata ben presto scartata perché in casa era tutto in ordine, non sono stati trovati segni di scasso e sull’uomo non c’erano ferite, né sono emersi elementi che potessero far pensare a un suicidio. Gli investigatori, sentito il medico legale, sono convinti che si tratti di una morte per cause naturali: il 46enne, infatti, soffriva di alcune patologie e assumeva diversi farmaci, inclusi anticoagulanti. Secondo una prima ricostruzione, avrebbe accusato un malore in salotto a causa di un’emorragia interna e poi si sarebbe trascinato fino al bagno, senza riuscire a chiamare aiuto. E’ qui che i poliziotti l’hanno trovato, ormai senza vita. Sulle cause del decesso, comunque, faranno chiarezza gli accertamenti tecnici, disposti dal pm Serena Bizzarri, che verranno svolti domattina a Torrette, ma potrebbe rendersi necessaria anche un’autopsia. Luciani viveva da solo in via Togliatti: cresciuto agli Archi, faceva il pescatore e aveva uno stand in piazza d'Armi, dove vendeva i suoi prodotti al mercato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

Torna su
AnconaToday è in caricamento