Stroncato a 70 anni da un male spietato, addio a Giorgio Baldoni: era il re dei liquori

Si è spento all'ospedale di Torrette il numero uno della storica azienda anconetana specializzata nella produzione di punch, amari e sciroppi: oggi i funerali

Giorgio Baldoni aveva 70 anni

Dalla Creola al Liquor Caffè, dal punch agli sciroppi: le sue invenzioni hanno imbandito le tavole degli anconetani, che ora danno un addio commosso a Giorgio Baldoni, il re dei liquori, stroncato a 70 anni da un male spietato.

Domenica pomeriggio ha smesso di lottare all’ospedale di Torrette, dov’era ricoverato per il peggioramento delle sue condizioni. Quattro mesi fa aveva scoperto la malattia, che ha combattuto con coraggio e con quella fede cristiana che ha sempre illuminato la sua vita. Purtroppo, però, non c’è stata cura per salvarlo. Lascia la moglie Linda, la figlia Francesca e i nipoti Maurizio e Matteo. Era il proprietario della Baldoni Liquori, storica azienda anconetana specializzata nella produzione di alcolici, amari, sciroppi, digestivi e, più recentemente, torroni, panettoni e cioccolatini. L’aveva rilevata nel 1969 dal padre Mario Ottavio che nel 1944 decise di aprire un laboratorio quando la sua prima invenzione, il Liquor Caffè, cominciò a riscuotere un successo notevole. Giorgio riuscì ad espandere l’azienda, pur mantenendo sempre un’impronta familiare, fino a farla conoscere in tutta Italia grazie alle specialità della casa, realizzate nel rispetto della tradizione e con accurata ricerca delle materie prime. Nel 1984 il trasferimento della sede produttiva da via Giordano Bruno alla Baraccola, in uno stabile da 2500 mq con una decina di dipendenti. Nel 2003, la decisione di ampliare la linea produttiva con il settore dolciario.

A portare avanti l’attività e tenere alto il nome dell’azienda sarà ora la figlia Francesca insieme alla sua famiglia. I funerali di Giorgio Baldoni si terranno oggi (martedì 1° ottobre) alle 14,15 nella parrocchia di Sappanico che, da uomo molto religioso qual era, frequentava con assiduità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Nell'auto una spesa per più di mille euro, polizia chiede e loro danno risposte diverse

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

  • Lite temeraria, condannata la palestra chiusa da 6 mesi: ipotesi class action per i clienti

Torna su
AnconaToday è in caricamento