Imprenditore, editore, politico: addio a Brunori, una vita dedicata alla città

Editore de Il Cittadino e Il Nuovo Cittadino, già consigliere comunale negli anni '80 con i repubblicani, è morto all'età di 86 anni

Bruno Brunori

La passione per la sua città, Jesi, lo hanno guidato in mille imprese nel corso di una vita. Dall'imprenditoria, all'editoria fino all'impegno politico in prima persona. La città federiciana piange la scomparsa di Bruno Brunori che si è spento ieri all'ospedale Urbani all'età di 86 anni. Una mente brillante, come molti lo ricordano, che negli anni aveva avviato e gestito due aziende storiche come la Nuova Sjat e l'Extrafond, era molto conosciuto anche per la passione politica.

Era l'editore di Il Nuovo Cittadino, un periodico locale che raccontava, senza sottrarsi dal criticarla, la società e la politica jesina. Padre partigiano di estrazione repubblicana, Brunori aveva proseguito l'impegno politico nel Pri. Negli anni '80 era stato eletto per la prima volta consigliere comunale, incarico ha ricoperto, elezione dopo elezione, per una ventina d'anni. Il funerale è stato fissato per mercoledì 2 gennaio alle 15 alal cheisa di San Giuseppe. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • L'ultima telefonata in lacrime, poi prende il coltello e minaccia il suicidio: salvata dalla Polizia

  • «Mi ha fotografata mentre ero in bagno». Scoppia la lite al mare, arriva la polizia

  • Tamponano un carabiniere, l'auto si ribalta: all'ospedale due donne e un neonato

Torna su
AnconaToday è in caricamento