Choc in casa, lo trovano a terra senza vita: era morto da tre settimane

Dell’uomo non si avevano notizie da diversi giorni, troppi per non pensare alla peggiore delle ipotesi che ha trovato conferma con il blitz dei carabinieri e dei vigili del fuoco

foto di repertorio

I vicini non ne avevano notizie da diverse settimane e quando hanno sentito l’odore nauseabondo provenire dall’appartamento del pensionato 76enne hanno sospettato il peggio. La macabra ipotesi ha trovato conferma con il blitz dei carabinieri e dei vigili del fuoco nella casa di via Leopardi a Montemarciano. Militari e pompieri hanno trovato l’uomo senza vita riverso sul pavimento e secondo il primo esame del medico legale l’anziano era morto da circa 3 settimane

Il 76enne di origini trentine viveva da solo e i vicini lo conoscevano come persona abitudinaria. In giro non si vedeva da un po', la porta dell’appartamento era rimasta chiusa per diversi giorni. Troppi per non pensare a qualcosa di strano. L’odore che si è levato dall’interno della casa con il passare dei giorni e che è diventato sempre più insistente ha spinto i vicini a contattare la sorella del pensionato. Una volta arrivata sul posto la donna è stata costretta a chiamare i vigili del fuoco quando si è accorta che la chiave era rimasta inserita nella parte interna della serratura. 

L’arrivo dei pompieri e dei carabinieri ha preceduto quello del medico legale che, secondo una prima ricostruzione da confermare con l’autopsia, ha riscontrato la morte per cause naturali. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

Torna su
AnconaToday è in caricamento