Mamma uccisa da un male a soli 44 anni, la città piange la morte di Claudia

Una terribile malattia l'ha strappata dall'affetto dei suoi cari. Claudia non ce l'ha fatta, lasciando il figlio di 3 anni e suo marito

OSIMO - Claudia ha combattuto caparbiamente fino all'ultimo ma non è riuscita a sconfiggere quel male che da tempo l'aveva stretta in una morsa terribile. Tutta Osimo piange la scomparsa di Claudia Teslaru, mamma di 44 anni, dipendente dell'azienda di giocattorli Clementoni. Nata in Romania, da 23 anni risiedeva in Italia e dal 2011 era la compagna di Daniele Pugnaloni, cugino di primo grado del sindaco osimano. Dal loro rapporto tre anni fa era nato lo splendido Cristian, con il suo affetto che ha fatto da carburante per cercare fino alla fine di battere quel mostro, che invece purtroppo ha avuto il sopravvento.

Da tempo Claudia era sottoposta a cicli di chemioterapia, dopo aver scoperto circa un anno e mezzo fa di soffrire di un tumore al fegato. Due mesi fa le sue condizioni sono precipitate e per questo dieci giorni fa era stato necessario il ricovero all'ospedale SS Benvenuto e Rocco di Osimo. A ricordarla anche i colleghi della Clementoni che con un post su Facebook hanno voluto dare l'ultimo saluto a quella mamma sempre sorridente, che fin da subito aveva conquistato i loro cuori. I funerali verranno celebrati domani mattina alle 10 nella chiesa della Sacra Famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Perde il controllo, finisce fuori strada, si ribalta e resta in bilico sul muretto

Torna su
AnconaToday è in caricamento