Annegata dopo un tuffo con l'amica, Sofia ha lottato ma non ce l'ha fatta

La 22enne perugina è spirata all'ospedale regionale di Torrette dove era ricoverata in gravissime condizioni

Sofia Perelli (foto Facebook)

Come una leonessa ha lottato per sei interminabili giorni, ricoverata in una stanza d'ospedale piena d'affetto e di speranza, dove chi le voleva bene ha sperato fino all'ultimo nel miracolo. E' morta mercoledì scorso all'ospedale regionale di Torrette Sofia Perelli, la 22enne di Perugia annegata lo scorso 8 agosto dopo essere stata sbalzata contro uno scoglio mentre si trovava nelle acque di Sirolo.

Il dramma

Sofia aveva scelto Sirolo come meta per trascorrere una bella giornata di mare, in compagnia di un'amica 26enne. Dopo essersi tuffata all'altezza delle grotte di Sirolo un'onda l'ha sbalzata contro lo scoglio dal quale si era appena gettata. A quel punto Sofia ha perso conoscenza ed è rimasta sott'acqua fino all'arrivo dei soccorritori. Subito è stata attivata l'idroambulanza della Croce Rossa di Ancona, in stand by al porto di Numana, che ha raggiunto le due ragazze nonostante il mare impervio. La 22enne umbra era già in arresto cardiocircolatorio con i soccorritori che le hanno subito applicato le manovre di rianimazione cardiopolmonare. Poi il trasporto in eliambulanza nel reparto di Rianimazione dell'ospedale regionale di Torrette dove purtroppo Sofia è spirata. 

Il cordoglio 

Sui social sono stati in tanti, tra amici e parenti, a ricordare la dolce anima di Sofia. Il fratello Francesco ha voluto lasciare il suo ultimo commosso saluto con un post su Facebook: «Grazie amore mio, mia unica anima gemella, per essere stata la colonna della mia vita, regalami forza e amore per sempre, un grosso bacio il tuo francy per l'eternità». Anche mamma Valeria ha ricordato la sua splendida Sofia, commentando la foto dove si stringe al fratello Francesco: «In questo abbraccio tutto l'amore fraterno che ti accompagnerà per l'eternita, ora Sofia sei con Gaetano in Paradiso è non avrai paura perché ti accompagnerà lui stesso all'ingresso del Paradiso non aver paura, nessuno ti farà domande perché la tua infinita generosità sarà premiata per l'eternita».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Oscar della pizza 2019, la miglior pizzeria delle Marche è Mezzometro

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Incidente davanti all'Uci Cinema, si schianta contro un autobus: poi il testacoda

Torna su
AnconaToday è in caricamento