Paura in piscina, va in apnea e rimane sul fondo: 16enne rischia di annegare

E' successo alla piscina intercomunale di Moie. Il giovane avrebbe avuto un malore, rischiando di annegare. Tempestivo l'intervento della bagnina che lo ha tirato fuori dall'acqua

Va in arresto cardiaco dopo essere andato per tre volte in apnea. Tanta paura nel pomeriggio di sabato, alla piscina "Palablù" di Moie, per un giovane di 16 anni. Da Torrette si è subito levata in volo l'eliambulanza. Tempestivo l'intervento della bagnina che dopo aver visto il ragazzo in difficoltà, si è subito gettata in acqua, riuscendo a riportarlo fuori. A quel punto ha proceduto con il massaggio cardiaco, visto che il ragazzo non sembrava rispondere agli stimoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto davanti alla madre del giovane, che ha assistito alla scena da bordo piscina. Sul posto è intervenuta l'automedica del 118 di Jesi e l'ambulanza della Croce Rossa di Castelplanio. L'eliambulanza è atterrata nel vicino campo sportivo, con lo staff di medici rianimatori che ha raggiunto in ambulanza la piscina. Il giovane è stato trasportato all'ospedale "Carlo Urbani" in codice rosso. Il 16enne è ancora in terapia intensiva. Le sue condizioni sono migliorate e non sarebbe in pericolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Storico macellaio e uomo generoso, Furio è morto di Covid: «Il tampone fatto troppo tardi»

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

  • Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

Torna su
AnconaToday è in caricamento