Morta al Salesi durante il parto, indaga la magistratura: autopsia sulla giovane mamma

Ecco gli sviluppi sul tragico decesso della 34enne di Loreto e della bimba che stava per dare alla luce

foto d'archivio

Cos’è successo in sala parto? E’ stato fatto tutto il possibile per salvare la giovane mamma che stava per dare alla luce il terzo figlio? Oppure esistono responsabilità umane per la morte di Zohra, la 34enne d’origine tunisina, residente a Loreto, deceduta al Salesi? Tocca alla magistratura far chiarezza sulla tragedia che si è consumata all’alba di domenica all’ospedale pediatrico dove la donna, alla 38esima settimana di gravidanza, era arrivata per improvvise complicazioni. La creatura che portava in grembo, una femminuccia, era già morta, secondo i primi accertamenti, forse per un aborto spontaneo. Per questo, constatato che il battito era azzerato, l’équipe medica avrebbe optato per il parto indotto, adottando tecniche farmacologiche per consentire l’espulsione del feto. Ma durante il travaglio le condizioni della donna sono peggiorate repentinamente, fino alla morte, nonostante il tentativo di salvarla da parte del personale del blocco operativo di ostetricia. 

La procura di Ancona, informata dei fatti dalla direzione medica degli Ospedali Riuniti, con il pm Irene Bilotta ha acquisito le cartelle cliniche e aperto un fascicolo per omicidio colposo, disponendo l’autopsia sul corpo della 34enne. Non si esclude che vengano effettuati accertamenti anche sul feto. Al momento non ci sono indagati perché non sono stati ancora indicati i nomi del medico e dell’ostetrica che hanno assistito la donna, la quale già in precedenza, durante la gravidanza, si sarebbe rivolta al Salesi per un problema di diabete gestazionale.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Nell'auto una spesa per più di mille euro, polizia chiede e loro danno risposte diverse

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

  • Lite temeraria, condannata la palestra chiusa da 6 mesi: ipotesi class action per i clienti

Torna su
AnconaToday è in caricamento