Gazebi sfondati, grandine ed allagamenti: danni per milioni di euro

E’ quanto emerge dal primo monitoraggio avviato da Uecoop Marche, l’Unione europea delle cooperative, sulla situazione nei territori della costa adriatica e dell’entroterra

Auto distrutta a Numana

Gazebi sfondati a Fano, alberi divelti a Pesaro, allagamenti nelle strutture di Porto San Giorgio e Ancona, piantine in vaso, banconi e espositori distrutti a Jesi. E’ quanto emerge dal primo monitoraggio avviato da Uecoop Marche, l’Unione europea delle cooperative, sulla situazione nei territori della costa adriatica e dell’entroterra, investiti dalla violenza dell’ultima ondata di maltempo.

«Una situazione di eccezionale gravità – spiega Uecoop Marche – con milioni di euro di danni a tutto il sistema produttivo e turistico delle Marche e delle regioni Abruzzo ed Emilia. E’ un duro colpo per le imprese, non sono lungo la costa ma anche nelle zone interne, pertanto è necessario avviare la procedura per lo stato di calamità».

Potrebbe interessarti

  • Bagno dopo pranzo e rischio congestione, facciamo chiarezza con una tabella

  • Caldo, è il giorno di fuoco: i consigli dei farmacisti per superare l'emergenza

  • "Viagra naturale" e fonte di vitamine, ma il peperoncino può anche far male

  • Concorso Polizia Municipale, parte il corso di preparazione con prove simulate

I più letti della settimana

  • Riviera devastata e stabilimento in ginocchio: la spiaggia che non esiste più

  • Ancona sommersa: allagati negozi e abitazioni, traghetto perde gli ormeggi

  • Bomba d'acqua. Tombini saltati, alberi caduti sulle strade e allagamenti: è il caos

  • Malore in galleria, sbanda e si schianta contro un'altra auto: atterra l'eliambulanza

  • «Aiuto mi hanno violentata», choc al Passetto: soccorsa ragazza in lacrime

  • Numana post apocalittica, stabilimenti in ginocchio: «40 anni di lavoro buttati»

Torna su
AnconaToday è in caricamento