Ucciso da una cima in porto, fissati i funerali di Luca Rizzeri

Ecco quando si terrà l'ultimo saluto al giovane papà

Luca Rizzeri, la vittima dell'incidente al porto

Si terranno venerdì (14 giugno) alle ore 10,30 nella parrocchia delle Grazie i funerali di Luca Rizzeri, l’agente marittimo ucciso in porto dalla frustata della cima spezzata di una nave container. In tanti porteranno l’ultimo saluto al giovane papà di due bambini che domani avrebbe compiuto 34 anni. La salma, infatti, è stata messa a disposizione dei familiari dopo gli ultimi accertamenti tecnici eseguiti dal medico legale e dagli ispettori dell’Asur, anche se sulle cause del decesso non ci sono dubbi. La camera ardente, invece, è stata allestita per questo pomeriggio, a partire dalle 14,30, all'obitorio di Torrette.

Le indagini della procura si concentrano sul cavo sequestrato dagli uomini della Capitaneria di porto. Il pm Rosario Lioniello, che ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo, intende accertare le cause per cui la cima si è spezzata all’improvviso, durante la fase di ormeggio della nave di proprietà di un armatore genovese: un problema di manutenzione o un errore nella manovra? Presto potrebbero spuntare i primi indagati

I FUNERALI DI LUCA

INDAGATO COMANDANTE DELLA NAVE

UNA PERIZIA SUL CAVO CHE HA UCCISO LUCA

LA RABBIA DEI SINDACATI E LE LACRIME DEI COLLEGHI - VIDEO

L'AMICO DI LUCA: «POTEVO ESSERCI IO AL SUO POSTO»

L'AMMIRAGLIO MORETTI: «SIAMO SGOMENTI, SCOPRIREMO LA VERITA'»

LUCA PADRE DI 2 BIMBI, STRONCATO DALLA CIMA KILLER

VIDEO: SOPRALLUOGO SUL LUOGO DELLA TRAGEDIA 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento