Termosifoni: a Jesi accesi per massimo 8 ore in casa, negozi e uffici

Radiatori accesi in casa, negozi ed uffici per un massimo di 8 ore al giorno, con termostato regolato a 19 gradi e tolleranza di 2 gradi. Stesso limite temporale, con un massimo di 17 gradi in fabbrica e stabilimenti produttivi

Radiatori accesi in casa, negozi ed uffici per un massimo di 8 ore al giorno, con termostato regolato a 19 gradi e tolleranza di 2 gradi. Stesso limite temporale, con termostato però fino ad un massimo di 17 gradi (sempre con la tolleranza di 2) in fabbrica o negli altri stabilimenti produttivi. Lo dispone il Sindaco di Jesi Massimo Bacci con apposita ordinanza fino al prossimo 31 marzo e dal 1° ottobre al 31 dicembre prossimi. Sono esclusi dal provvedimento strutture sanitarie e di assistenza, scuole, nonché edifici pubblici e privati dove l'attività viene svolta per 24 ore al giorno.

Disposto anche, per il medesimo periodo, il divieto di accensione di fuochi liberi a cielo aperto per la combustione di qualunque materiale di origine vegetale.

L'ordinanza fa seguito ad una serie di disposizioni amministrative regionali e comunali che prevedono misure strutturali per ridurre le emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera, investendo i maggiori settori emissivi. Al riguardo si ricorda che la Regione Marche ha collocato, nell’ambito della zonizzazione, il territorio del Comune di Jesi in zona A, vale a dire il cui livello di Pm10 comporta il rischio di superamento dei valori limite e delle soglie di allarme.

Lo stesso Consiglio comunale ha individuato nel limite massimo di accensione e di intensità degli impianti di riscaldamento una delle azioni che devono essere attuate sul territorio comunale indipendentemente dal numero di superamenti del limite di concentrazione di Pm10.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento