martedì, 21 ottobre 20℃

Disabilità: lettera aperta a Paolo Villaggio sulle Paralimpiadi

Un gruppo di giovani della provincia di Ancona, di cui fa parte un ragazzo paraplegico, scrive al noto comico per replicare alle affermazioni sulle Paralimpiadi

Lettori 13 settembre 2012
1

“Caro ragionier Ugo Fantozzi,

come si direbbe da noi "prima c'hai fatto ride, adè c'hai fatto piagne".

Chi si prende la briga di scriverti è un gruppo di giovani della provincia di Ancona, di cui fa parte un ragazzo paraplegico. Sono ben sedici anni che il nostro amico Marco si dedica con passione e dedizione al wheelchair hockey (hockey in carrozzina) perseguendo risultati a livello nazionale.

Come avrà ormai capito, sono state le sue affermazioni in merito alle Paralimpiadi a destare in noi indignazione e rabbia. Sentimenti mai completamente sopiti in chi, come noi e il nostro amico, è abituato a vedere lesa la dignità dei disabili. Riteniamo che per costruire un mondo "migliore" sia impossibile non ripartire da questo punto.Il nostro auspicio è che chi è detentore di un potere mediatico come il suo, sia pienamente consapevole della risonanza delle sue esternazioni pubbliche.

Probabilmente la nostra lettera verrà immediatamente cestinata. Questo non ci esimerà comunque dal sentirci, in piccolissima parte (ma l'oceano non è fatto da gocce?"), protagonisti del rinnovamento della nostra società.

A presto (speriamo),

Annuncio promozionale

Chiara, Marco, Silvia, Giulia, Giovanni e Luca”

disabili

1 Commenti

Feed
  • Avatar di Giovanni

    Giovanni Il coraggio e la forza d'animo che mettono in mostra gli atleti disabili dovrebbe essere un esempio per tutti. Della serie : quando c'è la volontà nulla è impossibile! A loro dico: grazie!!

    il 15 settembre del 2012