Enrico Letta ad Ancona, scontri tra manifestanti e polizia: un ferito

Sono circa 200 i militanti dei Centri sociali delle Marche, di Prc, Sel, No Tav e Pdci che hanno dato vita ad un corteo contro le politiche del Governo Letta

Sono circa 200 i militanti dei Centri sociali delle Marche, di Prc, Sel, No Tav e Pdci che hanno dato vita martedì ad un corteo contro le politiche del Governo Letta
Il Primo Ministro è arrivato in città con il Premier serbo ed alcuni Ministri per il vertice Italia-Serbia, conclusosi in mattinata. Il corteo si è aperto con uno striscione con scritto: "Licenziamenti, sfratti, precarietà basta austerità".

"Si ripete la tradizione italiana di fare vertici che espropriano diritti e non permettono ai manifestanti di raggiungere i luoghi del vertice" ha dichiarato l'avvocato Paolo Cognini "E' un problema di diritti e garanzie democratiche".

I manifestanti avevano richiesto di percorrere via De Gasperi per poter raggiungere il Palazzo della Regione in cui era in corso il summit, ma il percorso è stato negato al corteo per motivi di sicurezza. Il primo momento di scontro si è verificato quindi alla rotatoria di piazzale Italia, dopo che la richiesta dei manifestanti di aprire il blocco per farli passare era stata negata. "Siamo in uno Stato di diritto, fateci passare..." gridavano i dimostranti, "non potete bloccare una città".

Poco dopo una parte del corteo è riuscita a raggiungere Corso Carlo Alberto, lanciandosi in avanti rispetto alle forze di polizia: lì si è verificato il secondo momento di scontro, nel quale uno dei manifestanti è rimasto ferito alla testa. Secondo quanto si apprende le sue condizioni non sono gravi.

Secondo i portavoce della rete dei centri sociali marchigiani, nel corso della protesta sono rimasti feriti anche un secondo ragazzo, urtato a una gamba dal cellulare della polizia preso d'assedio dai dimostranti, e un terzo giovane, raggiunto dal manganello alla spalla.

La manifestazione è poi proseguita per Corso Carlo Alberto e alle 15 e 15 circa i manifestanti hanno ricevuto il via libera per passare per via De Gasperi, come era da loro richiesto.

Il corteo è dunque proseguito per via Della Ricostruzione e via De Gasperi, per poi disperdersi senza incidenti. Secondo quanto si apprende non ci sono stati danni a proprietà nel corso della manifestazione. Intensi invece i disagi al traffico, con molte delle vie principali di Piano e Archi bloccate alla circolazione.

IL VIDEO DEGLI SCONTRI 1

IL VIDEO DEGLI SCONTRI 2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'addio a Fiorella Scarponi, al funerale anche il marito. Le figlie: «Sei il sole che splende al mattino»

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Pauroso incidente tra 4 auto, 2 finiscono in un campo: ci sono dei feriti

  • Scattano i controlli sulle spiagge, entra senza prenotazione e viene multato

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

Torna su
AnconaToday è in caricamento