Cimitero di Tavernelle: nuovi loculi, interventi di asfaltatura e impianto di cremazione. Il Comune fa il punto

In vista delle celebrazioni per le commemorazioni del 2 novembre, che porteranno un notevole afflusso di cittadini nel cimitero di Tavernelle, l'Amministrazione ha proceduto ad alcuni interventi per la manutenzione dell'area

Commemorazione al Cimitero di Tavernelle (foto archivio)

In vista delle celebrazioni per le commemorazioni del 2 novembre, che porteranno un notevole afflusso di cittadini nel cimitero di Tavernelle, l’Amministrazione ha proceduto ad alcuni interventi per la manutenzione dell’area, lavori che completano le opere di implementazione della più importante struttura cimiteriale cittadina svolte negli ultimi mesi.
In ottobre sono stati realizzati interventi di asfaltatura nelle vie interne al cimitero di Tavernelle per 47 mila euro da parte dell’Assessorato ai Lavori Pubblici, e parallelamente si è provveduto alla manutenzione di  alberi e siepi e  sistemazione delle aiuole fiorite da parte dell’Assessorato alle Manutenzioni.

Si amplia il cimitero di Tavernelle
Ogni anno la struttura necessita di 600 nuovi loculi. Anche per il 2013, con il completamento dei lavori previsto entro dicembre, la cifra sarà rispettata. Infatti, nel 2013 sono stati predisposti relativamente al cimitero di Tavernelle progetti per 760mila euro (colombario serie 54/A e serie 40/A). Sempre nell’anno corrente sono stati ultimati i lavori di realizzazione dei colombari serie 28 bis, serie 49/B4 e serie 54 per una spesa complessiva, autorizzata nel 2012, di 990mila euro. Si aggiungono interventi per la realizzazione di un manufatto per ossarii adiacente alla serie 28/bis e due manufatti per la conservazione delle urne cinerarie all’ interno della sala del commiato.

“Agli inizi del 2013  - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Maurizio Urbinati - è stata approvata definitivamente la variante planovolumetrica-normativa per l’ampliamento del cimitero di Tavernelle lato Passo Varano, prevedendo anche nuove norme per incentivare la cremazione e per agevolare il recupero e la rifunzionalizzazione dei vecchi colombari.
Purtroppo, a causa dei condizionamenti dovuti dal “patto di stabilità” e contrariamente agli anni passati, la programmazione della costruzione dei colombari ha subìto rallentamenti creando disagi nella assegnazione dei loculi soprattutto in relazione alle facoltà concesse dal Piano Cimiteriale in riferimento alle giuste richieste degli utenti per i casi cosiddetti di “ricongiungimento dei familiari” “.

Per le tombe di famiglia, tenuto conto delle particolari richieste dell’utenza, la variante al piano ha previsto anche una estesa casistica per l’assegnazione delle aree, ipotizzando, contrariamente al passato, anche interventi per 2, 3, 4 posti oltre ai consueti 10 posti, insieme a una serie di accorgimenti per rendere più contenuto il costo di costruzione finale. Il bando per l’assegnazione di tali aree sarà pubblicato entro l’anno.

Nell’arco del 2013 sono stati effettuati lavori di manutenzione straordinaria per un importo di 135mila euro per rimediare a situazioni di degrado per vetustà di alcuni  manufatti (colombari, muri di sostegno) nel cimitero di Tavernelle.

Riguardo alla realizzazione dell’impianto di cremazione, la scorsa settimana l’Assessore ai Lavori Pubblici, Maurizio Urbinati ha incontrato il Sindaco del Comune di Jesi assieme all’ Assessore  e tecnici dei Lavori Pubblici e Servizi Cimiteriali per un coordinamento finalizzato alla realizzazione di un impianto consortile in uno dei due Comuni. “La questione – spiega ancora  Urbinati – sarà posta all’esame degli amministratori dell’Area Vasta proprio per individuare una soluzione il più possibile condivisa ed economicamente sostenibile”.

Per quanto riguarda i cimiteri frazionali, pur avendo l’Amministrazione pronti i progetti relativi ad interventi nei cimiteri di Pinocchio, Candia, Pietralacroce e Paterno, gli stessi non si sono a tutt’oggi potuti avviare per le limitazioni imposte al Bilancio 2013 dal patto di stabilità. Solo per il cimitero del Poggio è stato iniziato un piccolo intervento per 30mila euro.

Servizi Cimiteriali:
sono state effettuate tramite Anconambiente, a tutto settembre 2013, circa n.1060 (previste 1300 a fine dicembre 2013) operazioni ordinarie riguardanti tumulazioni, inumazioni, ecc. e circa n.346 (previste 400 a fine dicembre 2013) operazioni straordinarie riguardanti riduzioni, traslazioni, esumazioni, estumulazioni, ecc.  In aggiunta è stata definita una proposta di rimodulazione del contratto di Anconambiente,  che sarà all’esame della Giunta Comunale entro il mese di novembre, finalizzata ad ottimizzare il servizio e la gestione complessiva tenuto conto delle esperienze acquisite dal 2007 ad oggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'addio a Fiorella Scarponi, al funerale anche il marito. Le figlie: «Sei il sole che splende al mattino»

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Pauroso incidente tra 4 auto, 2 finiscono in un campo: ci sono dei feriti

  • Scattano i controlli sulle spiagge, entra senza prenotazione e viene multato

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

Torna su
AnconaToday è in caricamento