Choc al lago: accoltella un giovane, tenta di farsi investire e si getta nell'acqua gelida

Il ragazzo ha prima accoltellato un suo coetaneo, poi dopo aver cercato di farsi investire si è gettato nel lago. Sul posto forze dell'ordine e soccorritori

foto di repertorio

CINGOLI - Ha dell'incredibile quanto accaduto intorno la mezzanotte di sabato al lago di Castreccioni. Un 19enne ha prima accoltellato un suo coetaneo al torace, poi si è sdraiato sull'asfalto della provinciale che collega Cingoli con Apiro ed ha tentato di farsi investire dalle auto in corsa. Non riuscendo nel suo intento, ha scavalcato la recinzione e si è tuffato nelle acque gelide del lago. 

E' questo quanto successo ieri sera ed ora due giovani si trovano in ospedale. Ad avere la peggio è stato proprio il 19enne di Cingoli, recuperato in acqua dai soccorritori e riportato a riva in gravi condizioni. Al momento del salvataggio il giovane era in ipotermia ed è stato necessario il trasporto d'urgenza in ospedale. Sta meglio invece la vittima della brutale aggressione, che si trova ricoverata all'ospedale "Carlo Urbani" di Jesi per fortuna non in pericolo di vita. Sul posto il 118, le ambulanze di Piros, i carabinieri ed i vigili del fuoco. 

SERVIZIO IN AGGIORNAMENTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile frontale tra due auto, tragedia al tramonto: un morto e un ferito grave

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Tragedia in casa, trovato morto un papà di 44 anni

  • Tragico investimento in via Conca, l'uomo è morto in ospedale

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

Torna su
AnconaToday è in caricamento