Era stato condannato per tentato omicidio e spaccio, espulso un 30enne

Nel corso della scorsa notte una pattuglia della Polizia Stradale di Jesi, ha rintracciato un uomo, con alle spalle varie condanne per spaccio e tentato omicidio. Per lui è scattata l'espulsione dal territorio

Nel corso della scorsa notte una pattuglia della Polizia Stradale di Jesi, impegnata in attività di controllo del territorio ha rintracciato un’autovettura con a bordo due stranieri. 

Lo stato di agitazione dei due soggetti ha insospettito gli agenti della Stradale che hanno immediatamente svolto controlli più approfonditi sui nominativi. Uno di essi aveva fornito generalità di un soggetto iracheno, risultato poi inesistente. Gli approfondimenti sull’identità, grazie alla banca dati AFIS, hanno permesso di scoprire che si trattava, infatti, di un trentenne tunisino, con una serie di condanne per tentato omicidio e porto abusivo di armi nonché per spaccio ed uso di stupefacenti.
Sul soggetto gravavano già un provvedimento di espulsione con invito a lasciare il territorio nazionale –in occasione del quale lo straniero aveva posto in essere condotte autolesionistiche- e divieto di dimora nel territorio di Ancona, attesa la reiterazione dei reati specifici.
Immediato il rilascio di un nuovo decreto di espulsione con accompagnamento coatto presso la frontiera. Lo straniero irregolare è stato accompagnato presso il C.I.E. di Bari in attesa di essere rimpatriato.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • L’autovelox delle polemiche è stato spento

  • Un messaggio al nipote, poi si lancia nel vuoto: suicidio a Marcelli

  • Problemi al cuore, Mario Cipollini ricoverato a Torrette: «Sono molto provato»

  • Il tour della paura, le cinque dimore più infestate di Ancona e dintorni

  • Silvia, Giulia e il fashion per tutti: «Un nuovo negozio per scommettere sul centro storico»

Torna su
AnconaToday è in caricamento