Jesi, con la carta d'identità si potrà scegliere se donare gli organi

Al momento del ritiro o del rinnovo del documento, i cittadini potranno dare il consenso o il diniego a donare organi o tessuti, sottoscrivendo un'apposita dichiarazione

I cittadini maggiorenni di Jesi che si recano all'Ufficio Anagrafe per il rilascio o il rinnovo della carta d'identità potranno esprimere, nel ritirare il documento, anche il consenso o il diniego a donare organi o tessuti, sottoscrivendo una apposita dichiarazione. Tale dichiarazione sarà registrata ed inviata alla banca dati unica nazionale del Sistema Informativo Trapianti, consultata 24 ore su 24 dai vari centri trapianti italiani.

Il Comune di Jesi ha infatti attivato le procedure di acquisizione delle manifestazioni di volontà alla donazione degli organi, frutto dell'adesione alle linee guida operative dell'apposito progetto promosso dalla sezione Federsanità dell'Associazione italiana dei Comuni. Tale progetto prevede la sperimentazione di questo tipo di attività, che ha preso le mosse dopo un apposito corso di formazione a cui hanno partecipato i dipendenti dell'Ufficio Anagrafe di Jesi. Consenso o diniego alla donazione di organi o tessuti sono ovviamente una libera espressione di volontà da parte del cittadino che verrà registrata. Il soggetto può però anche scegliere di non dichiarare alcunché.

Per modificare la propria volontà il cittadino potrà recarsi in ogni momento presso le aziende ospedaliere, l'Asur, gli ambulatori dei medici di base, i Centri regionali per i trapianti o, in occasione del rinnovo della carta di identità, presso lo stesso Ufficio Anagrafe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sale sull'altare completamente nuda e urla come un'indemoniata: chiesa sgomberata

  • Entra in negozio e stacca il dito del titolare a morsi, poi scappa e viene arrestato

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Si prostituiscono in casa, gli agenti si fingono clienti e le scoprono: donne nei guai

Torna su
AnconaToday è in caricamento