Cristina morta al volante, si indaga sulle cause: migliorano gli altri feriti

I carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica dello schianto nel quale ha perso la vita l'operaia di 53 anni

I mezzi dopo l'incidente

Il fascicolo è aperto in Procura ma ancora non ci sono nomi di indagati. Spetta ai carabinieri della Compagnia di Fabriano ricostruire la dinamica dello schianto avvenuto ieri pomeriggio a Sassoferrato, lungo la strada provinciale 16, nel quale ha perso la vita Cristina Rossi, operaia di 53 anni residente a Fossato di Vico. La donna, dipendente della Faber, aveva appena finito il turno e stava tornando a casa quando la corsia sulla quale viaggiava è stata invasa da un tir. 

Nello schianto, fatale per la donna, sono state coinvolte altre tre vetture. In ospedale sono finiti in tre: un 38enne di Sassoferrato, un 25enne di Matelica e un 41enne di Cantiano. Nessuno dei tre è in pericolo di vita. Stando a una primissima ricostruzione l'autista del camion ha perso il controllo del mezzo per lo scoppio di un pneumatico. I carabinieri stanno comunque cercando conferme attraverso l'ascolto dei coinvolti e cercando eventuali altri testimoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • Nell'auto una spesa per più di mille euro, polizia chiede e loro danno risposte diverse

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

  • Lite temeraria, condannata la palestra chiusa da 6 mesi: ipotesi class action per i clienti

Torna su
AnconaToday è in caricamento