Incidente stradale a Senigallia: è morto il ciclista Antonio Polverari, cadde sul ponte Zavatti

Si è spento Antonio Polverari, il ciclista 45enne nato a Ginevra ma Senigalliese di origini che domenica 27 maggio è caduto sbattendo la testa sul cordolo in fondo al ponte Zavatti a Senigallia

A riportare la notizia è il quotidiano online VivereSenigallia: si è spento Antonio Polverari, il ciclista 45enne nato a Ginevra ma Senigalliese di origini che domenica 27 maggio è caduto sbattendo la testa sul cordolo in fondo al ponte Zavatti a Senigallia.
Il ciclista, dopo aver lottato per diversi giorni, si è spento domenica 3 giugno nella clinica svizzera dove era stato trasferito per volontà dei familiari.

L’incidente che aveva coinvolto Polverari, caduto apparentemente da solo (anche se sono in corso indagini), aveva visto “scene di ordinaria inciviltà”: prima che un automobilista si fermasse a soccorrerlo, l’uomo era stato più volte superato da altre auto che erano sfrecciate senza fermarsi. Ma non è tutto: quando le strade sono state bloccate per consentire le operazioni di soccorso e i rilievi degli inquirenti, impedendo la circolazione in via Bruno e sul ponte, diversi automobilisti si sono lamentati con gli agenti della municipale perché era tardi e dovevano andare a cena.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • Chiedono sigaretta e moneta, poi scatta l’aggressione: tre studenti in manette

  • Schianto sulla Flaminia, coinvolta un'auto della finanza: feriti e traffico in tilt

  • Accosta la macchina e perde i sensi, soccorsi inutili: morto un automobilista

  • Schianto in superstrada, camion invade la corsia di sorpasso e fa ribaltare un'auto

Torna su
AnconaToday è in caricamento