Cadono pezzi di galleria, asse chiuso: «Un sasso ha colpito il mio furgone, io miracolato»

Il racconto dell'imprenditore che ha visto un pezzo di cemento colpire il suo furgone

Il masso che ha colpito il furgone

ANCONA - Pezzi di cemento cadono dalla galleria dell’asse, arteria chiusa per due ore in direzione Baraccola con traffico verso sud deviato all’uscita delle Grazie. L’allarme è scattato questa mattina quando il furgone di Lorenzo Bambini, titolare della ditta Tecnofrigo LB, è stato colpito da un sasso sul montante sinistro all'altezza del parabrezza. L’uomo stava andando a lavoro per un’assistenza: «Guidavo in direzione Baraccola e all’improvviso ho sentito un grande botto- ha raccontato Bambini- fortunatamente, nonostante i miei 60 km all’ora, un pezzo di cemento ha preso il montante e non il vetro. Se avesse preso il parabrezza in pieno lo avrebbe sfondato e chissà come sarebbe andata. Sono stato miracolato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle 10,15 la polizia municipale ha allertato i vigili del fuoco, che hanno raggiunto la galleria per i controlli di sicurezza. Il tunnel è stato riaperto intorno alle 12,30. Sul posto anche l’assessore alle manutenzioni Stefano Foresi.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Storico macellaio e uomo generoso, Furio è morto di Covid: «Il tampone fatto troppo tardi»

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

Torna su
AnconaToday è in caricamento