Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dentro l’inferno, i vigili del fuoco lottano contro il mostro di fuoco – VIDEO

 

100 mila litri d’acqua, forse di più. Tanto ha richiesto l’incendio che all’alba ha divorato i capannoni dell’azienda Tontarelli. I Vigili del Fuoco sono intervenuti intorno alle 5,30 di martedì con diversi mezzi tra autobotti e autogru e decine di uomini arrivati da tutta la provincia. Hanno ingaggiato un vero e proprio duello con le fiamme alte decine di metri. Il fuoco infatti è arrivato oltre il tetto della struttura e la colonna di fumo era visibile a chilometri di distanza. Le temperature sprigionate dall’incendio hanno toccato diverse migliaia di gradi centigradi e a rendere ancor più pericoloso il lavoro dei pompieri c’era anche il pericolo di cedimento dei pilastri di calcestruzzo e dello stesso tetto. 

L’acqua per domare le fiamme è stata prelevata anche da alcuni silos della stessa Tontarelli che si trovano in un plesso non toccato dal fuoco e anche da ditte esterne, ma non è ancora finita. I vigili del fuoco infatti monitoreranno anche nelle prossime ore il deposito di cenere e di fuligine, dove solitamente si nascondono possibili altri inneschi. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri, il sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani e il personale dell'Arpam, quest'ultimo chiamato a monitorare la qualità dell'aria in conseguenza del rogo.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento