Unitre Osimo: "I nonni raccontano"

Alle ore 8.00 di sabato 20 aprile, l'UNITRE ha inviato una delegazione di "nonni" per un incontro intergenerazionale con gli alunni delle terze classi della Scuola Elementare "Marta Russo."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Alle ore 8.00 di sabato 20 aprile, l'UNITRE ha inviato una delegazione di "nonni" per un incontro intergenerazionale con gli alunni delle terze classi della Scuola Elementare "Marta Russo." Questo appuntamento rientrava nel progetto regionale "LA LAMPADA AD OLIO" per permettere agli scolari di conoscere gli aspetti più caratteristici della scuola di un tempo, e nello stesso tempo interagire con soci dell'UNITRE guidati dalla Presidente Maria Antonietta Mattioli, con domande ed osservazioni.

Divisi in due gruppi, i "nonni" sono entrati in classe, accolti dalla maestra e dagli occhi curiosi dei bambini che, con i quaderni sul banco, erano desiderosi di sentire i racconti di quegli adulti. Per introdurre l'argomento non potevano mancare i quaderni dalla copertina nera, le penne con il pennino e il calamaio, e le foto della Osimo di un tempo con le strade prive di automobili, e davanti al Comune con le fioriere al posto delle auto parcheggiate. Alle domande degli alunni ci sono state risposte esaurienti in merito ai banchi, alla cartelle, alle punizioni per i più discoli e i meno bravi. Poi si è passato ad un argomento più gradito ai bambini.

Come si giocava una volta? Grande è stato lo stupore degli alunni nel sentire che negli anni 40 /50 e oltre, si giocava per le strade, nei cortili e nelle piazze. Con cosa si giocava? Magari con un pallone fatto di Stracci, con un Cerchio, con la Corda, con i Fuciletti, le Pistole e le Spade di legno; sono stati ricordati altri giochi oramai dimenticati come "I 4 cantoni " " Le becche" e "La Campana" (con relativa dimostrazione). Il successo più grande è stata l'apparizione di un aereo di legno che riproduceva fedelmente i colori e particolari dell'idrovolante di Italo Balbo nella trasvolata atlantica del 1930 e di un esercito di soldatini bellissimi nelle loro divise fedeli. E' stata un'esperienza veramente soddisfacente per i responsabili dell'UNITRE che hanno rivissuto per qualche ora l'emozione e la spensieratezza di un tempo, per i vecchi cimeli che hanno potuto rivedere la luce e senz'altro per gli alunni che hanno allargato le loro conoscenze, divertendosi Non possono mancare i complimenti alle maestre per l'attenzione e la disciplina dimostrate nelle loro classi.

Rossana Giorgetti Pesaro

Addetto Stampa UNITRE Osimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento