Guidava senza cintura: operaio sorpreso dai carabinieri con la cocaina in tasca

In manette un 38enne fermato durante un normale controllo alla circolazione stradale

foto d'archivio

A tradirlo è stata la cintura di sicurezza. Non la teneva allacciata quando è stato fermato dai carabinieri della Compagnia di Senigallia, in un normale controllo su strada avvenuto a Belvedere Ostrense, in via del Crocofisso. Il suo atteggiamento, piuttosto nervoso, ha insospettito i militari che l’hanno perquisito e hanno rinvenuto nelle sue tasche una decina di grammi di cocaina

In manette è finito un 38enne, di professione operaio, residente a Belvedere Ostrense: dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel pomeriggio di mercoledì 26 giugno, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, una pattuglia dei carabinieri Stazione di Belvedere ha intimato l’alt ad una Citroen C3 in quanto il conducente era senza cintura. L’automobilista, senza un apparente motivo, assumeva un atteggiamento di eccessiva preoccupazione, diventando improvvisamente pallido, tanto da insospettire i militari che l’uomo potesse nascondere qualche cosa di compromettente. I carabinieri pertanto eseguivano un controllo più approfondito rinvenendo nella tasca del pantaloncino due involucri di cellophane, con all’interno della polvere di colore bianco. 

L’uomo, di fronte all’evidenza dei fatti, ha ammesso che si trattava di cocaina. La successiva perquisizione eseguita nell’abitazione del 38enne ha premesso di rinvenire due bilancini elettronici di precisione e numerosi pezzetti di cellophane rotondi, già pronti per essere utilizzati per confezionare le dosi. L’uomo è stato quindi condotto nella caserma di Belvedere dove la sostanza è stata pesata e sottoposta al narcotest che ha rivelato essere effettivamente cocaina per un peso complessivo di 10 grammi, destinati al mercato dello spaccio. Il 38enne, incensurato, è stato arrestato e in attesa dell’udienza di convalida è stato accompagnato alla propria abitazione in regime di arresti domiciliari. La droga è stata sequestrata per la confisca e la distruzione. Il tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto, rinviando il giudizio all’udienza fissata il 21 novembre prossimo, ma ha rimesso nel frattempo in libertà il 38enne, visto che non aveva precedenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento