Guida sotto effetto di alcool e droghe, due denunce: 65 persone fermate dall'inizio dell'anno

Nella notte, i Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno denunciato a piede libero due motociclisti entrambi senigalliesi per guida sotto l’influenza dell’alcool

Foto di repertorio

Nella notte scorsa i Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno denunciato a piede libero due motociclisti entrambi senigalliesi per guida sotto l’influenza dell’alcool e sale a 63 dall’inizio dell’anno il numero di automobilisti e motociclisti colti sotto l’influenza dell’alcool alla guida dei mezzi. Ad essi vanno aggiunti altri due casi di persone che si erano messe alla guida dopo aver assunto droghe. Numeri importanti per comprendere come i controlli del fine settimana da parte delle forze dell'ordine siano ancora un deterrente importante. 

Ieri appunto le ultime "vittime" dei controlli dei militari. Si tratta di un 51enne controllato da una pattuglia del Nucleo Radiomobile in via della Saline, alla guida di un motociclo Ktm 250cc. Il centauro, che al momento del controllo ha subito dato motivo di pensare che avesse esagerato con l’alcol, sottoposto ad accertamento con l’etilometro, è risultato positivo con un tasso dell’1,47 gr/lt. Il secondo invece è un 24enne. I militari lo hanno notato in Corso 2 Giugno che camminava a piedi con andatura barcollante portando al braccio un casco da motociclista. Dopo alcuni minuti, la stessa pattuglia ha visto transitare su via Arsilli un motociclo Royal Enfield, condotto da una persona che aveva lo stesso casco del soggetto che poco prima camminava barcollando, quindi lo hanno raggiunto e controllato. Il motociclista che ha subito manifestato i sintomi dell’abuso etilico è stato condotto in caserma dove è stato sottoposto ad accertamento alcolemico. Il risultato è stato scontato. Il motociclista si era messo alla guida dopo aver esagerato con l’alcool evidenziando una positività dell’1,54 gr/lt.

Ad entrambi i motociclisti è stata ritirata la patente di guida mentre le moto sottoposte a fermo amministrativo sono state affidate a persone idonee a norma del codice della strada. Per entrambi inoltre, insieme ai provvedimenti di competenza del Prefetto, è scattata d’ufficio la denuncia alla Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento