Il gattino rischia di morire nel cofano dell’auto, lo salva il vigile del fuoco fuori servizio

Il pompiere stava camminando quando ha sentito il miagolio disperato provenire da un'auto in sosta

Il gattino subito dopo il salvataggio

Stava passeggiando sul lungomare di Marzocca quando ha sentito un miagolio disperato provenire da una Ford Focus in sosta. Incastrato nel vano motore c’era un gattino nero e Fernando Pignatiello, vigile del fuoco ed ex capo distaccamento della sezione nautica di Ancona l’ha prima tranquillizzato, poi salvato. In quel momento il pompiere era fuori servizio, come da prassi ha allertato la centrale operativa ma nel frattempo è riuscito con l’aiuto di un bastone a tirare fuori il gattino. 

«La proprietaria dell’auto stava acquistando del pesce, quando è tornata abbiamo aperto il cofano e abbiamo visto il gatto incastrato sotto la testata- racconta Pignatiello- era nero e non si distingueva facilmente, quando si è voltato e ha mostrato i suoi occhietti celesti è stato più facile individuarlo. Per salvarlo bisognava alzare la macchina e non riuscivo a farlo da solo, quindi ho chiamato il 115 anche perché nei nostri compiti istituzionali, dopo la salvaguardia della vita umana che è la prima cosa, c’è anche quella degli animali e dei beni». Con l’aiuto di un bastone il vigile del fuoco ha quindi indirizzato il gatto verso lo spazio d’uscita e la storia ha avuto un lieto fine: «Se la macchina fosse partita il gatto sarebbe sicuramente morto, perché era molto vicino al meccanismo di distribuzione - ha concluso Pignatiello- la proprietaria dell’auto si è resa disponibile ad accompagnarlo in un gattile. La vita di un’animale vale come quella di una persona».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

Torna su
AnconaToday è in caricamento