Assiste al furto in diretta sul cellulare e fa arrestare il ladro nascosto nel suo ristorante

Blitz della polizia al Passetto, in manette un 40enne arrivato da pochi giorni in Italia. Il titolare si è accorto grazie al collegamento con la videosorveglianza

Un frame del furto al ristorante

Tutto è avvenuto sotto gli occhi del proprietario che si trovava all’estero ma si è accorto del furto in diretta nel suo ristorante osservando i filmati delle telecamere di videosorveglianza collegate con il suo cellulare. Ha subito avvertito la polizia che sul posto ha inviato una pattuglia delle Volanti. Il blitz ha portato all’arresto, in flagranza, di un 40enne albanese

E’ successo ieri pomeriggio, attorno alle 15,30, alla Luna al Passetto. «Ogni tanto mi capita di controllare le immagini con il cellulare e mi sono accorto che nel locale c’era questo soggetto che stava arraffando pochi spicci, qualche bottiglia e mangiava qualcosa», racconta il titolare, Claudio Cerusico. La sua segnalazione è stata determinante perché ha consentito ai poliziotti di intervenire tempestivamente: sono scesi lungo la scalinata e hanno raggiunto la palafitta scavalcando la cancellata del vialetto che costeggia il mare. Una volta entrati, hanno notato sotto un tavolo il ladro che cercava goffamente di nascondersi: si era impossessato di alcuni pezzi d’argenteria e di un marsupio con dentro un centinaio di euro in monete. Nelle vicinanze gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato alcuni oggetti atti allo scasso che il ladro aveva utilizzato per forzare la porta d’ingresso e i cassetti.

L’albanese 40enne, incensurato ma irregolare, arrivato da pochi giorni in Italia, è stato arrestato per furto aggravato. In tribunale, questa mattina, l’arresto è stato convalidato e il ladro è stato condannato a 7 mesi di reclusione, con la sospensione della pena. Sono in corso le procedure di espulsione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Addio a Attilio Sciarrillo, titolare della farmacia di via Ascoli Piceno

Torna su
AnconaToday è in caricamento