Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Disperati i titolari per l'ennesimo furto nel loro locale. Le telecamere hanno ripreso tutto: in due minuti i malviventi hanno rubato soldi, gratta e vinci e sigarette

Franco Novelli, socio della pasticceria La Vecchia Ancona

Torna la paura dei ladri a Brecce Bianche. Non c’è pace per la pasticceria La Vecchia Ancona, saccheggiata per la terza volta. I malviventi sono entrati in azione nella notte e il suono dell’allarme non è bastato a metterli in fuga. Uno è rimasto fuori a controllare che non arrivasse nessuno, l’altro è entrato nel locale, ha afferrato pacchetti di sigarette, gratta e vinci e una somma di circa 200 euro dalla cassa. Poi è scappato dalla finestra prima dell’arrivo delle Volanti della questura. L’intera irruzione è stata ripresa dalle 8 telecamere installate nel bar: i filmati sono al vaglio della polizia scientifica (GUARDA IL VIDEO).

«Sono tornati a farci visita ancora una volta, lavoriamo barricati qui dentro con allarme e videosorveglianza, ma non basta per tenerli alla larga» dice disperata Alessandra Egidi, la titolare, svegliata nel cuore della notte dal cellulare collegato col sistema antifurto. Erano le 3,28. «Ho osservato le immagini in diretta ma sembrava tutto a posto, così ho staccato l’allarme. Cinque minuti dopo, però, si è attivato di nuovo». Al che il suo socio, Franco Novelli, ha preso l’auto ed è andato in pasticceria a vedere cosa stava succedendo. Al suo arrivo i malviventi erano già scappati col bottino, sia pure magro.

Più che altro, sono consistenti i danni. La coppia di ladri ha segato le sbarre di metallo che proteggono la finestra sul retro, utilizzando probabilmente delle tenaglie. Per arrivarci, hanno spostato un tavolo e ci sono saliti sopra, dopo aver girato con un'asse di legno una delle telecamere che inquadra l’area posteriore della pasticceria. Sui vetri sono ancora visibili le orme delle pedate con cui uno dei due ha aperto la finestra. Mentre il complice restava fuori a fare il “palo”, lui è entrato per rubare gratta e vinci, sigarette e il fondo cassa: corporatura robusta, indossava un cappellino con visiera e un paio di guanti. Ha avuto un attimo di titubanza quando è scattato l’allarme, sembrava voler scappare, ma poi ci ha ripensato, è tornato indietro e ha arraffato tutto quel che ha trovato, prima di uscire dalla finestra. Un colpo durato in tutto due minuti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento