«Ho finito il credito, posso chiamare?», poi fuggiva con lo smartphone

L'ultimo episodio è avvenuto ieri mattina in Via delle Grazie nei pressi del parco; con la vittima derubata del proprio smartphone nuovo di zecca

E' stato identificato il giovane che negli ultimi giorni aveva messo a segno alcuni furti di costosi telefoni cellulari smartphone nei quartieri Grazie e Piano San Lazzaro. La tecnica usata era molto semplice ed efficace. Il 21enne anconetano si avvicinava a ragazzi o ragazze coetanee, o quasi, che avevano il telefono in mano oppure che stavano telefonando e, con la scusa di non avere più credito sul suo cellulare chiedeva: «scusa ho finito il credito mi puoi prestare il telefono? te lo ridò subito». Una volta preso, il giovane faceva finta di iniziare una telefonata e poi, come un fulmine, scappava via. 

L'ultimo episodio è avvenuto ieri mattina in Via delle Grazie nei pressi del parco; con la vittima derubata del proprio smartphone nuovo di zecca. Grazie alle descrizioni ieri pomeriggio, verso le 17.00, gli agenti delle Volanti hanno notato un giovane corrispondente al profilo del ladro. Accompagnato in Questura ha subito confessato il furto operato nella mattinata. Poco dopo, i poliziotti hanno recuperato il telefono rubato in un negozio di telefonia del Piano San Lazzaro, venduto per 40 euro. E così ladro e negoziante sono finiti in Questura Il primo è stato denunciato per i quattro furti dei telefoni e per ricettazione. Il secondo è stato denunciato per acquisto di cose di dubbia provenienza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento